L’ultimo giardiniere comunale è ormai prossimo alla pensione e pertanto da qui a qualche mese a palazzo dell’Aquila non ci saranno più operai da utilizzare per la bonifica delle varie zone cittadine: si tratta d’una situazione che ha indotto l’Amministrazione ad intervenire in duplice direzione. Da un lato è stato chiesto agli uffici di predisporre una perizia per avviare i necessari lavori di bonifica e decespugliamento, dall’altro di avviare l’iter per assumere dall’esterno almeno cinque giardinieri, attraverso la selezione, che, per codeste categorie, è di competenza del Centro regionale per l’impiego. In tale ottica è iniziata l’interlocuzione con l’ufficio di Messina.

“Mi auguro che questo iter possa chiudersi rapidamente – ha affermato il Sindaco Midili – in quanto il numero dei giardinieri comunali si è praticamente azzerato e non è possibile che un Comune sia privo di queste figure che sono fondamentali per assicurare il decoro della città. Nel frattempo non rimarremo fermi operando con una ditta esterna che gli uffici individueranno, dopo aver completato la perizia; ma i tempi, assicuro, saranno celeri”. Nei giorni scorsi intanto, pur in emergenza, si è proceduto, dopo l’intervento nella zona del Capo e di Ciantro, alla pulizia anche di piazza San Papino. Sono tante però le aree in centro e in periferia che necessitano di una adeguata bonifica”. Egli ha voluto inoltre ricordare oggi nel 60° anniversario della scomparsa il capitano Massimo Scala, pioniere delle Frecce Tricolori.

Questa sera il Palazzo municipale sarà illuminato per ricordare un milazzese famoso per essere stato uno dei migliori piloti acrobatici italiani nonché capo formazione della pattuglia acrobatica di riserva “Cavallino Rampante” del 1960, ovvero il nucleo originatore delle odierne Frecce Tricolori. “Ringrazio anche l’Aeronautica per aver voluto ricordare Massimo Scala qualche giorno addietro nell’anniversario della prima esibizione ufficiale della cosiddetta “Pattuglia acrobatica nazionale” (Pan), un segno di riconoscimento di quei valori morali e professionali del nostro concittadino. L’auspicio è poter presto promuovere un’iniziativa a Milazzo in suo onore. Ad esempio portare gli aerei della Pan nella città mamertina rappresenterebbe il miglior modo per rendere onore a chi ha lasciato un segno indelebile nella storia delle Frecce Tricolori”.

I dati comunicati stamattina dall’ASP al Sindaco di Milazzo indicano 94 positivi, cinque in meno rispetto a sabato scorso.

Foti Rodrigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× quattro = 36