Non solo rispetto delle norme anti-Covid, ma anche e soprattutto della civile convivenza: già dal prossimo fine settimana a Milazzo scatteranno controlli più rigorosi da parte delle forze dell’ordine, che hanno deciso di operare in maniera congiunta per porre fine al fenomeno delle risse di giovanissimi registratesi nelle ore serali nel centro città, una situazione, che ha indotto nei giorni scorsi il Sindaco Pippo Midili a chiedere un intervento al dirigente del locale Commissariato, quale responsabile dell’ordine pubblico; richiesta accolta con una riunione che ha impegnato i comandanti di carabinieri, guardia di finanza, vigili urbani oltre ovviamente la stessa Polizia. Fatto il punto della situazione, si è decisa un’intensificazione dei servizi interforze coinvolgenti pattuglie appartenenti a tutte le forze dell’ordine, supportati dalla Polizia locale. Prioritariamente si opererà per pretendere il rispetto delle prescrizioni Covid (mascherine e distanziamento sociale) con sanzioni immediate da 400 a 3000 euro per l’inosservanza. Sono previsti controlli anche nei locali. Gli esercenti le attività produttive, che non assicureranno adeguati livelli di protezione o saranno sorpresi a vendere alcolici a minorenni, incorreranno nella sanzione della sospensione dell’attività. “Ringrazio il dirigente del Commissariato di Polizia e tutte le forze dell’ordine per l’immediata disponibilità a seguito del mio appello. ­– ha detto il Midili – L’adozione di queste misure, lungi dall’essere uno strumento di controllo e/o limitazione della libertà dei cittadini, risponde al primario obiettivo di garantire la tutela della salute pubblica in un momento, in cui l’emergenza sanitaria è ancora in atto, ma anche di reprimere sul nascere atteggiamenti di certi giovanotti, che devono capire una volta per tutte che a Milazzo gesti di arroganza non sono ammessi e tollerati. La nostra è stata da sempre una città accogliente e sicura e tale dovrà continuare ad essere”.

Foti Rodrigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 + = tredici