Due anni di intensi per riorganizzare l’apparato burocratico a Palazzo dell’Aquila cercando anche di superare le criticità legate ai numerosi pensionamenti registratisi nel biennio. Oggi il quadro è quasi completo, un lavoro che alla fine ha premiato sia l’Amministrazione, che ha dato precisi input, sia la Segretaria generale Andreina Mazzù, che ha avviato diversi concorsi per strutturare tutti i vari settori sia dal punto di vista dirigenziale, che dei funzionari amministrativi.

Dopo la recente nomina dei dirigenti Fabio Marino (Ambiente e Territorio) e Giacomo Villari (Lavori pubblici e patrimonio) a seguito di procedure concorsuali, arrivano adesso anche le assunzioni di due istruttori tecnici di categoria D che andranno ad implementare il settore tecnico per assicurare una corretta gestione del territorio, la programmazione delle opere pubbliche; ma anche la progettualità per attingere alle numerose risorse previste dalle varie misure europee e nazionali.

A seguito della pubblicazione della graduatoria saranno assunti, con decorrenza 15 dicembre l’arch. Tommaso Maimone di Barcellona, classificatosi al primo posto, e l’ing. Claudio Cappadona di Patti, giunto secondo. «In questi mesi – ha detto Mazzù – si è lavorato sodo sia per potenziare l’organico con figure specifiche, sia con la ridefinizione delle competenze, con lo spostamento all’interno dei settori delle attribuzioni già assegnate ai servizi sin qui operanti proprio per   migliorare l’efficienza e l’efficacia dei servizi da offrire all’utente, rendendo allo stesso più agevole l’accesso ai servizi».

Frattanto l’esecutivo Midili ha approvato la delibera modificante la struttura organizzativa del Comune attraverso una riorganizzazione dei servizi e, a seguire, anche del personale. Sostanzialmente, mantenuti i sei settori esistenti, oltre all’Ufficio di staff, anche se all’interno di ciascuno di essi sono stati inseriti alcuni servizi in un’ottica di razionalizzazione e ottimizzazione delle risorse lavorative. La prima e la seconda Commissione consiliare, riunitesi congiuntamente, hanno approvato la bozza predisposta dal capogruppo di Forza Italia Santino Saraò relativa alla regolamentazione dell’affissione degli annunci funebri, che finora venivano collocati ovunque dalle varie agenzie.

L’ultimo passaggio adesso sarà in Aula. “Un lavoro di tutto il gruppo consiliare – ha affermato Saraò – che chiude una lunga parentesi. Ho voluto ricordare i compianti Consiglieri De Pasquale e De Gaetano, che si erano impegnati per l’approvazione del Regolamento negli anni passati. Finalmente siamo riusciti a definire l’argomento e ora ci saranno regole certe e gli uffici del settore Territorio indicheranno le zone adibite all’affissione di questi manifesti”.

Foti Rodrigo

Lascia un commento