de-luca-401Il Sindaco di Messina Cateno De Luca rende noto che: << Interventi di restauro, riqualificazione e valorizzazione delle principali fontane nei centri originari dei villaggi della zona sud: da ieri l’avvio dei lavori. Nell’ambito del Patto per lo Sviluppo della Città Metropolitana di Messina, sono iniziati ieri gli interventi di restauro, riqualificazione e valorizzazione delle principali fontane nei centri originari dei villaggi della zona Sud relativi al progetto denominato “Percorsi di acqua tra memoria e tradizioni”, aggiudicato con D.D. 2660/2020 all’impresa DOLMEN s.r.l. per un importo di 272.591,30 euro. “E’ fondamentale la rivalorizzazione e la riscoperta di questi luoghi – dichiara l’Assessore con delega al Verde Pubblico e Decoro Urbano Massimiliano Minutoli – che rappresentano un pezzo di storia della città di Messina. Questi siti, comprensivi delle fontane in essi allocati, hanno bisogno di essere recuperati e valorizzati attraverso una serie di interventi tendenti alla riqualificazione e alla rivitalizzazione. L’obiettivo è restituire alla città spazi di aggregazione, comunicazione, incontro e attrazione turistica in cui la fontana possa diventare l’elemento trainante del luogo rappresentante la sua tradizione e la storia. Sono doppiamente soddisfatto in quanto l’appalto era fermo da anni e finalmente è stato sbloccato. Si è proceduto all’affidamento dei lavori all’impresa DOLMEN, che esegue gli interventi sotto la guida del Dipartimento Verde Pubblico e Decoro Urbano”. La conclusione degli interventi è prevista il 30 ottobre 2021, salvo imprevisti, e le fontane interessate dagli interventi sono San Gaetano a Santo Stefano Briga, Santo Stefano Briga, Santa Margherita, Pezzolo, Santo Stefano Medio, Contesse, Pistunina, Villa Igea in via Consolare Valeria, Venere a Bordonaro. Il progetto prende in esame le principali fontane storico-artistiche situate nei centri originari dei villaggi della zona sud della città e il loro intorno urbano. I punti fondamentali del progetto sono: a) restauro conservativo della fontana; b) ripristino dell’impianto idraulico della fontana, ovvero la realizzazione dello stesso o sostituzione dello stesso con sistemi tecnici compatibili con gli elementi decorativi e strutturali delle fontane; c) studio di illuminazione artistica; d) riqualificazione dell’intorno, con interventi di eventuale pavimentazione e di arredo urbano (quali fioriere, cestini e/o panchine) per una migliore fruizione dello spazio pubblico.>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


6 + quattro =