gayNell ‘ aprile 2014 inizia il lavoro di alcuni giovani messinesi che intraprendono una campagna di sensibilizzazione per le unioni civili.

Sostenuti da varie associazioni universitarie e dall’ Arcigay, in particolar modo dal Presidente Rosario Duca, oggi sono riusciti ad ottenere un importante risultato: la possibilità concreta di ottenere il registro delle unioni civili per la città di Messina.

Nella giornata odierna è stato occupato simbolicamente il consiglio comunale. Alcuni dei ragazzi hanno portato striscioni a favore dei pari diritti e hanno consegnato ai consiglieri un documento contenente le loro richieste.

In modo particolare si richiede un ‘ intervento per il riconoscimento di uguali diritti alle coppie eterosessuali , omosessuali, unite e non dal matrimonio.

L ‘ intervento dovrebbe essere quanto più possibile repentino, in quanto ancora una volta i fatti di cronaca raccontano di un altro giovane suicida che non sopportava l ‘ idea che il padre non accettasse la sua omosessualità .

Di fronte ad una realtà nazionale ancora incerta, la regione Sicilia ha da maggio 2015 il suo registro per le unioni civili.

Oggi, dopo quasi due anni di petizioni , anche Messina, grazie all’ interesse e alla passione che muove molti cittadini, e ‘ riuscita ad ottenere una promessa.

Entro fine ottobre si assumerà una posizione definitiva. Dopo gli ultimi confronti c’è un clima di cauto ottimismo. (A.G.)

Foto dal Web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 1 = tre