20150916_124240“Si vuole evidenziare tramite il presente comunicato – scrive Rosario Santoro Capogruppo FI, 2^ Circoscrizione, Presidente prima commissione consiliare – la gravissima problematica della pulizia ed igiene urbana nella nostra città, certo non è una novità e nemmeno il primo caso come si sa bene. Però la cosiddetta goccia che fa traboccare il vaso è relativa al sito RSU nei pressi dell’Istituto comprensivo G.Leopardi a Minissale, istituto frequentato da centinaia di ragazzi che vengono accompagnati giornalmente dai genitori trattandosi di scuole primarie. Si evidenzia che i ragazzi, il personale docente e non docente, nonostante il caldo di questi primi giorni di scuola, sono costretti a rimanere chiusi nelle aule perché non si possono aprire le finestre per il fetore nauseabondo che viene emanato dai rifiuti lasciati da giorni e giorni attorno la postazione dei cassonetti di fronte l’istituto scolastico, oltre la presenza di decine di insetti di vario genere che svolazzano tutt’intorno nonché da topi e blatte che scorazzano liberamente; si fa presente che nell’abitazione soprastante la postazione di cui sopra, nei pressi dell’ingresso della scuola, abita una signora anziana trapiantata di fegato.”

 

20150916_123946“Inoltre – prosegue il Consigliere – lungo la vinedda Minissale che conduce dall’abitato principale al plesso scolastico e che viene attraversata da centinaia di ragazzi e genitori si nota la presenza di suppellettili, erbacce e spazzatura varia.

In piazza Stella Maris vi è la presenza di un albero abbattuto dagli eventi atmosferici della scorsa settimana.

Mi chiedo questa è una città civile o siamo dove? I responsabili dell’igiene pubblica innanzitutto il Sindaco, l’Assessore al ramo, i dirigenti comunali, i responsabili di Messina Ambiente si rendono conto che stanno lasciando una città allo sbando?”

 

20150916_124500“Ora mi chiedo – conclude l’esponente politico di FI – volete valutare attentamente questa situazione e se non è pensabile perfino ad eventuali dimissioni di alcuni rappresentanti degli organi politici preposti nel momento in cui non si è capaci di gestire l’ordinaria amministrazione?

Mi appello anche al Signor Prefetto ed alle Autorità sanitarie per le valutazione del caso.”