Nel primo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Compagnia di Messina Centro, supportati da due equipaggi del locale Nucleo Radiomobile, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un pregiudicato di origine nigeriane resosi responsabile di una vile imboscata ai danni di una coppia di giovani che si erano recati al mare nei pressi dei resti dello storico monumento Realcittadella in Località San Raineri.

 

I militari si sono precipitati sul luogo del delitto a seguito della chiamata al 112 NUE da parte di una donna, abitante nei pressi del luogo ove si sono svolti i fatti, la quale, allertata dalle strazianti richieste di aiuto dei due giovani, era prontamente giunta in loro soccorso. Sul posto gli operanti apprendevano che poco prima la coppia era stata aggredita alle spalle da un uomo di colore che, brandeggiando un martello e sottraendo con violenza alle vittime le macchine fotografiche di cui disponevano, approfittava della momentanea assenza del ragazzo, corso a reperire del denaro da consegnargli, per strattonare brutalmente la giovane donna in un anfratto, tentando di abusarne sessualmente.