4180“Si tocca finalmente con mano il progetto del porta a porta”. E’ quanto dichiarato con evidente soddisfazione dall’assessore all’Ambiente, Daniele Ialacqua, che stamani ha partecipato insieme al sindaco, Renato Accorinti, ed al Rup del progetto, Leopoldo Marchetta, alla consegna delle prime 120 campane per la raccolta del vetro, da parte della Comer sud, ditta capofila del raggruppamento d’imprese che si è aggiudicato l’appalto.

La fornitura dei contenitori per la raccolta differenziata porta a porta, circa 30 mila, sarà completata entro la prossima settimana. Già sono pronti anche i 26 “costipatori”, ovvero i mezzi piccoli che verranno  utilizzati per la raccolta dei rifiuti differenziati ed entro l’anno saranno consegnati quelli restanti. Il progetto “Attivazione del sistema per la raccolta differenziata porta a porta nella città di Messina” PO FESR Sicilia 2007-2013 – Linea di intervento 2.4.1.1” era stato avviato, come si ricorderà, dall’ATO3 e recuperato dall’assessorato comunale all’Ambiente in sinergia con l’assessorato regionale con delega ai Rifiuti. Il progetto, messo a gara nell’estate scorsa, finanziato dalla Regione siciliana con fondi europei per un totale di circa 4.700.000 euro di cui 979.978 a carico del Comune e 3.794.811 a carico della Regione, è stato aggiudicato con ribasso ed in maniera definitiva il 13 novembre scorso al raggruppamento d’imprese con capofila Comer sud, per un importo di 3.335.886,41 euro a carico del finanziamento regionale e 853.475,88 euro a carico del Comune di Messina. “Sono già in corso incontri con Messinambiente spa, ATO3 ed assessorato Ambiente – ha assicurato Ialacqua – per pianificare le operazioni necessarie per l’avvio operativo del progetto a partire dall’inizio 2016”.