carabinieri 23Proficua attività di monitoraggio del territorio, per la prevenzione e repressione dei reati, quella conclusasi nella tarda mattinata di sabato e svolta dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Messina Sud che hanno arrestato quattro persone, tra cui due donne, poiché ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, evasione e favoreggiamento personale.

L’attività dei Carabinieri della Compagnia di Messina Sud si inserisce nel quadro dei servizi preventivi volti a garantire sempre maggiori standard di sicurezza ai cittadini del capoluogo peloritano. In tale contesto, i militari dell’Arma hanno attuato diversi controlli nei confronti di soggetti destinatari di misure disposte dall’A.G., effettuando anche diverse perquisizioni domiciliari.

In proposito, nella tarda mattinata di ieri, i Carabinieri, nel corso di un controllo presso un’abitazione del Villagio Aldisio del capoluogo peloritano, hanno rintracciato due individui, rispettivamente un 36enne ed un 41enne, ricercati in quanto sfuggiti alla cattura nella recente operazione “Viaggi Sicuri” della Questura di Messina che aveva già portato il 4 aprile scorso, all’arresto di 4 persone.

Nella circostanza del blitz dei Carabinieri, all’interno dell’appartamento oltre ai due soggetti destinatari del provvedimento di custodia cautelare, si trovavano anche due donne, una delle quali è risultata essere la proprietaria dell’appartamento, le quali sono state condotte in Caserma per ulteriori accertamenti.

Per i due soggetti di sesso maschile, identificati in A. G., nato a Messina, cl. 1976, pluripregiudicato, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari e resosi irreperibile nei primi giorni del mese di aprile 2013, e B. G., nato a Messina, cl. 1971, pluripregiudicato, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, sono scattate le manette poiché entrambi destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a loro carico in quanto ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, mentre, per il solo A.G. è scattato anche l’arresto in flagranza, per il reato di evasione.

Una volta in Caserma, i Carabinieri, a conclusione degli approfondimenti investigativi circa le responsabilità penali emerse a carico delle due donne, identificate in M.C., nata a Messina, cl. 1976, incensurata e C.A. , nata a Messina, cl. 1980, pregiudicata, hanno proceduto al loro arresto poiché entrambe ritenute responsabili di favoreggiamento personale.

Su disposizione dell’A.G., prontamente informata dai Carabinieri circa le attività svolte, A.G. e B.G. sono stati associati alla Casa Circondariale di Messina Gazzi, mentre le due donne sono state sottoposte agli arresti domiciliari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 7 = quindici