Oggi alle ore 11.15 a Palazzo Zanca conferenza stampa di presentazione dell’avvio dei tirocini di inclusione sociale alla presenza del Maestro Mogol.

Oggi, lunedì 20, alle ore 11.15, nella Sala Falcone Borsellino a Palazzo Zanca, il Sindaco Cateno De Luca, presente il Commissario straordinario del Governo per il Risanamento della baraccopoli della Città di Messina il Prefetto Cosima Di Stani; il Vicesindaco Carlotta Previti; gli Assessori; la Presidente dell’Azienda Speciale Messina Social City Valeria Asquini e il Presidente di A.ris.Mé Marcello Scurria, illustreranno nel corso di una conferenza stampa l’avvio del progetto pilota “Percorsi nuovi di accompagnamento all’abitare e risanamento urbano”, cui sono stati invitati a partecipare il Direttore e il Dirigente del Servizio Centro per l’Impiego di Messina rispettivamente, Giacomo De Francesco e Rosario De Luca.

All’incontro con i giornalisti parteciperà il Maestro Mogol che sempre oggi, lunedì 20, alle ore 18, si esibirà all’Arena di Villa Dante, per dare voce con i suoi testi e la sua musica alle istanze di cambiamento di chi necessita di opportunità di inclusione sociale. L’attenzione del Maestro nasce nel momento in cui l’Azienda Speciale Messina Social City, nel corso della programmazione del progetto caratterizzata da un lavoro di incontri e colloqui sul territorio, ha avuto l’occasione di incontrare l’artista Giulio Rapetti Mogol che, apprezzandone i contenuti ha voluto omaggiare con la sua presenza a Messina e con la sua musica, il momento inaugurale di apertura e di avvio delle attività di inclusione sociale.

Il progetto, inserito nel PON METRO Messina Asse 3 – Servizi per l’inclusione sociale, assicura un percorso integrato di mediazione socio-educativa, dando la possibilità ai residenti negli ambiti di risanamento e in situazione di forte deprivazione materiale e culturale di partecipare a processi di inclusione attiva, finalizzati alla fuoriuscita da una situazione di esclusione e marginalizzazione abitativa e sociale. L’avvio delle attività dei tirocini di inclusione vedrà impegnati nei prossimi mesi 1100 soggetti. A conclusione della conferenza stampa, il maestro Mogol ha espresso la disponibilità a fermarsi per dialogare con i giovani musicisti e appassionati che vorranno incontrarlo.