È stato presentato oggi pomeriggio, all’interno del parco Aldo Moro il progetto di riqualificazione dell’area a verde, alla presenza del Sindaco Cateno De Luca, del Vicesindaco Carlotta Previti, degli Assessori, di Messina Servizi e del gruppo di progettazione. Il progetto rientra nell’ambito del programma di rinaturalizzazione e recupero di parchi e giardini pubblici previsto dal Programma ForestaMe. “Un importante passo nella storia del parco – ha commentato il Sindaco De Luca – considerato che dal 1949, anno in cui il Comune l’ha concesso all’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, l’ente di ricerca ha utilizzato soltanto gli edifici interni ma non l’area esterna, lasciandola nell’abbandono.

Abbiamo rotto un incanto durato oltre 50 anni per restituire alla fruizione della cittadinanza un’area di 14.000 metri quadri. Per un accordo risalente al 2017 che conteneva una clausola capestro, in base alla quale l’Ingv avrebbe potuto riprendersi l’area in qualsiasi momento, senza un motivo specifico e dando solo un preavviso di sei mesi, eravamo impossibilitati a potere fare alcun programma di investimento. Oggi il progetto è finanziato nell’ambito del più ampio programma di forestazione denominato ForestaMe per un importo di 2milioni di euro. Dopo tre anni di trattative, grazie anche all’intermediazione dell’Università degli Studi di Messina, siamo riusciti a eliminare quella clausola”, ha concluso De Luca. La riqualificazione dell’area prevede ampi spazi con prati all’inglese, squarci panoramici con vista sullo Stretto, area giochi e giochi d’ acqua, la valorizzazione dei resti storici vincolati e un punto ristoro. Il progetto è già nella fase esecutiva e prevede un affidamento in house alla Messina Servizi con inizio lavori entro un mese.