L’Assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Mondello rende noto che, con DDG dell’Assessorato Regionale Infrastrutture e Trasporti nn. 1619, 1620 e 1621 di ieri, mercoledì 23, sono stati erogati i fondi relativi ai parcheggi di Interscambio Giostra S. Orsola, San Licandro e viale Stagno D’Alcontres, che vanno a sommarsi alle strutture già finanziate, ovvero via Catania, Palmara, San Cosimo, viale Europa Est e viale Europa Centro.
“Un ulteriore importante tassello – ha dichiarato l’Assessore Mondello – si aggiunge alla strategia complessiva di questa Amministrazione, che ha messo al centro il tema della viabilità cittadina e le sue molteplici criticità. Posso dichiararmi soddisfatto per il modello operativo collaudato e condiviso con gli Uffici, cha ha consentito di avviare infrastrutture dedicate alla mobilità, di cui da anni Messina era carente. E’ stato necessario uno sblocco sistematico delle procedure, molte delle quali impantanate, che avevano ostacolato l’erogazione di diversi finanziamenti; contestualmente si è dovuto procedere ad una ricognizione complessiva, al fine di individuare le soluzioni più celeri e ottimali.
I risultati ottenuti, tra l’altro, – prosegue l’Assessore – sono il giusto input per continuare il monitoraggio delle attività progettuali e di cantiere, che a mio avviso va compiuto personalmente e con costanza, per supportare gli uffici e le ditte, anticipando eventuali problematiche che spesso sono causa di ritardi. Questa, infatti, è stata una delle prime criticità che questa Amministrazione, in tutti i settori, ha cercato e cerca di risolvere; tale attività consente di avere un quadro puntuale dello stato dell’arte delle procedure in essere, dei loro intoppi e dei relativi cronoprogrammi.
La problematica dei parcheggi in città è stata affrontata con grande determinazione attraverso la realizzazione di una piattaforma programmatica, coniugata con gli strumenti pianificatori in fase di definizione, quali PGTU e PUMS, sulle cui linee guida sarà basato il nuovo modello di mobilità generale e non specifica della singola porzione di città, il tutto in linea con le nuove tecnologie di settore.
Il piano parcheggi di interscambio, come si ricorderà, – conclude Mondello – è composto dai progetti esecutivi di 14 strutture a raso, che consentiranno un migliore e più funzionale utilizzo dei mezzi pubblici, con la conseguente decongestione del traffico e riduzione dell’inquinamento atmosferico. Cosa dire? Anche a Messina si può!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 2 = sei