Agli arresti domiciliari. Non rispetta il divieto di avvicinamento al coniuge. La Polizia di Stato esegue aggravamento di misura cautelare.

I poliziotti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione all’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dalla Corte di Appello di Messina, nei confronti di un quarantottenne messinese, resosi responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali commessi ai danni della ex moglie.

La misura sostituisce quella del divieto di avvicinamento alla quale l’uomo era stato già sottoposto nel settembre del 2020. Gli accertamenti esperiti hanno fatto emergere che il reo ha violato quanto impostogli, presentandosi presso l’abitazione della donna e contattandola con messaggi telefonici: ciò ha reso necessario l’aggravamento della precedente misura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


7 − = quattro