234L’assessore all’Ambiente, Daniele Ialacqua, con una nota trasmessa al presidente dell’Anci, Piero Fassino, e per conoscenza al sindaco, Renato Accorinti, agli assessori, all’Urbanistica, Sergio De Cola, alla Pubblica Istruzione, Patrizia Panarello, ed all’Energia, Gaetano Cacciola, al Direttore Generale, Antonio Le Donne, ed all’Energy Manager, Salvatore Saglimbeni, ha comunicato l’adesione del Comune di Messina all’iniziativa di sabato 28, quando, in modo “simbolico”, sarà spenta per un’ora l’illuminazione della Fontana Senatoria prospiciente la sede municipale. “Mi fa piacere segnalarti – scrive Ialacqua – l’attenzione che dall’insediamento della Giunta Accorinti (anche rilevando una carenza di comunicazione verso la cittadinanza della consapevolezza che le Aree della Rete Natura 2000 non sono un vincolo ma una opportunità), gli assessorati all’Ambiente, all’Urbanistica ed alla Pubblica Istruzione hanno dato a tale tema, dando vita ad eventi inseriti in una serie di iniziative ed azioni proattive promosse dall’Amministrazione comunale per la valorizzazione e la diffusione della conoscenza delle potenzialità di Rete Natura 2000, anche in ragione dello sviluppo del nuovo Piano Regolatore della Città. Rete Natura 2000 è il principale strumento della politica dell’Unione Europea per la conservazione della biodiversità. Si tratta di una rete ecologica diffusa su tutto il territorio dell’Unione, istituita ai sensi della direttiva 92/43/CEE “Habitat”, per garantire il mantenimento a lungo termine degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello comunitario.

E’ costituita dai Siti di Interesse Comunitario (SIC), identificati dagli Stati Membri secondo quanto stabilito dalla Direttiva Habitat, che vengono successivamente designati quali Zone Speciali di Conservazione (ZSC) e comprende anche le Zone di Protezione Speciale (ZPS) istituite ai sensi della Direttiva 2009/147/CE “Uccelli” concernente la conservazione degli uccelli selvatici. Ne sono un esempio, con risonanza sulla stampa nazionale specializzata, il progetto Life Mipp, a Messina con cui i ricercatori arrivano per coinvolgere i cittadini (anche dei piu’ giovani) nella salvaguardia della natura (http://www.greenreport.it/eventi/life-mipp-messina-i-ricercatori-arrivano-per-coinvolgere-i-cittadini-salvaguardia-natura/); il seminario su “Flora e Fauna urbane e periurbane: verso un Atlante per la conoscenza di Rete Natura 2000 a Messina” (http://www.greenreport.it/eventi/flora-e-fauna-urbane-e-periurbane-verso-un-atlante-per-la-conoscenza-di-rete-natura-2000-messina/); e la mostra “La coturnice di Sicilia”, realizzata nell’ambito del progetto europeo LIFE+ “SICALECONS – Azioni urgenti per la conservazione della Coturnice di Sicilia, Alectoris graeca whitakeri Schiebel, 1934″ (http://www.greenreport.it/eventi/messina-al-via-la-mostra-la-coturnice-di-sicilia-progetto-europeo-life-sicalecons/).

L’attenzione a Rete Natura 2000 vede anche promotore il Comune di Messina con il Progetto MIPP Life, in programma la settimana dal 13 al 17 aprile, che comporterà azioni di disseminazione di Life MIPP in tutta la Sicilia (da S.Michele di Ganzaria, a Caltagirone – Bosco di Santo Pietro, a Montalbano Elicona – Bosco di Malabotta, sui Peloritani – Foresta di Camaro e nel Bosco d’Alcamo).

Il 14 aprile, alle ore 16, al Palacultura Antonello da Messina – conclude l’assessore – si svolgerà inoltre il confronto, coordinato dal Comune, di tutti i progetti Life oggi attivi nella nostra regione, per lo scambio di Buone Pratiche soprattutto per le Aree della Rete Natura 2000, ad esempio il progetto Life Spin4Life, nato tra l’altro per gestire al meglio Rete Natura 2000 in Sicilia, ed a cui il Comune di Messina ha chiesto di partecipare per manutenere ed ampliare SIC e ZPS presenti sul territorio comunale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


due − = 0