Le problematiche legate alla viabilità estiva nella zona di Torre Faro affrontate stamani nella seduta della I Commissione consiliare.

La I Commissione consiliare Viabilità, presieduta dal consigliere Libero Gioveni, ha dato seguito stamani alla richiesta di audizione di Confesercenti, Confcommercio e Confartigianato, sigle rappresentate dai rispettivi presidenti Alberto Palella e Alessandro Allegra, sul tema delle problematiche legate alla viabilità estiva nella zona di Torre Faro. “Nel corso dei lavori – ha spiegato Gioveni – i rappresentanti dei commercianti hanno manifestato preoccupazione per il calo di fatturato del 40% che a loro dire l’isola pedonale, istituita l’anno scorso, avrebbe procurato a diverse aziende del luogo, per cui chiedono un’attenta programmazione della viabilità generale e possibilmente la realizzazione di un parcheggio nel camping di via Circuito. Sulla necessità di una programmazione a lungo termine – ha proseguito il Presidente – l’intera Commissione si è espressa favorevolmente, auspicando l’adozione in tempi brevi del PGTU e immaginando Torre Faro come un autentico borgo marinaro da trasformare sulla stessa stregua di località come Marzamemi o Ortigia”. Il Presidente della Commissione ha nuovamente evidenziato le criticità che possono sorgere in vista dell’imminente scadenza dei contratti dei 46 vigili concorsisti per il cui destino (unitamente a quello dei 13 idonei in graduatoria) ancora non si sa nulla. “Pertanto – ha concluso Gioveni – avendo preso visione di due distinte proposte giunte agli atti della Commissione provenienti rispettivamente dall’associazione Pro Loco Capo Peloro e dal gruppo consiliare del M5S e ritenendo non più procrastinabile assumere decisioni sui provvedimenti viari a Torre Faro per la stagione estiva, trasmetterò direttamente all’Amministrazione, così come stabilito all’unanimità a fine seduta, gli esiti dell’audizione odierna unitamente alle due proposte, affinché si valutino e si adottino le determinazioni consequenziali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 1 = sette