Ieri gli agenti della Squadra Mobile hanno proceduto all’arrestodi un noto pregiudicato messinese di anni 41, in atto detenuto in regime degli arresti domiciliari ospedalieri, misura concessa per la ritenuta incompatibilità delle condizioni di salute col regime carcerario.

L’uomo ha reiteratamente trasgredito alla prescrizione del divieto di non comunicare con persone diverse dai familiari che lo assistevano e dal personale sanitario che lo aveva in cura.

Infatti, lo stesso è stato sorpreso dai poliziotti all’interno della stanza dell’ospedale in compagnia di una persona non autorizzata ed inoltre è stato trovato in possesso di un telefono cellulare, utilizzato per avere contatti con l’esterno.

Pertanto, su richiesta del Sostituto Procuratore, il GIP ha emesso ordinanza di misura di custodia cautelare in carcere, in sostituzione della misura degli arresti domiciliari.

L’arrestato tradotto presso il carcere di Messina Gazzi dovrà espiare la pena di anni undici e mesi otto, perché ritenuto responsabile del reato di associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 2 = sette