Ieri mattina, la locale Squadra Mobile, congiuntamente all’U.P.G.eS.P., ha dato esecuzione all’Ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare in carcere nei confronti di un sedicenne messinese ritenuto responsabile dei reati di furto aggravato e rapina.

Il ragazzino, lo scorso 10 settembre, si è reso autore di una rapina ai danni di una sala giochi di via Ettore Lombardo Pellegrino. Insieme ad un complice, si è introdotto nottetempo all’interno dell’esercizio commerciale, con il volto coperto ed armato di coltello.

Dopo aver mandato in frantumi il banco cassa e tranciato i fili elettrici di due macchinette cambiamonete per impossessarsi del contenuto, si è velocemente dileguato riuscendo ad impossessarsi di un bottino di circa 5.500 euro.

Le indagini degli investigatori della Squadra Mobile hanno consentito di ricostruire la rapina e di risalire al colpevole che, vistosi scoperto, ha confessato l’episodio criminoso.

Successivamente, a seguito di perquisizione effettuata dagli agenti delle Volanti, sono stati rinvenuti due scooter in parte smontati nel garage dell’abitazione del minorenne. Il lavoro dei poliziotti ha, anche in questa occasione, evidenziato inequivocabilmente le responsabilità del sedicenne.

Dagli accertamenti effettuati dall’U.P.G.eS.P. si è appurato che i due scooter sono stati trafugati, il primo, il 29 ottobre scorso, a Piazza Duomo; il secondo, il 5 novembre successivo nei pressi della villa Mazzini.

Stamani il giovane criminale è stato trasferito presso l’Istituto di Custodia per minorenni di Acireale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× otto = 56