61Gli assessori allo Spettacolo e Tempo Libero Giuseppe Scattareggia e alla Cultura Roberto Vincenzo Trimarchi hanno illustrato stamani ai giornalisti gli esiti della IX edizione de “I luoghi del cuore”, promossa ad ottobre dal Fondo Ambiente Italiano (FAI), in collaborazione anche con gli assessorati alle Attività Produttive e Promozionali, e all’Arredo Urbano e Spazi Pubblici, diretti rispettivamente da Dafne Musolino e Massimiliano Minutoli, e con il presidente delle associazioni “Il Centauro” e “Il Centro Diurno Camelot” Matteo Allone. All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, Giulia Miloro capo delegazione FAI di Messina; gli storici Nino Principato e Franz Riccobono; padre Giovanni Lombardo; Pippo Trimarchi direttore di Tempostretto; Pippo Previti presidente dell’associazione Antonello da Messina; Mario Sarica curatore del Museo Cultura e Musica Popolare dei Peloritani di Gesso; e Rosario Lo Faro presidente dell’associazione L’Aquilone.

Banner pubbli 10Il progetto, finalizzato a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di proteggere e promuovere i beni del nostro territorio, nella fattispecie è stato rivolto alla salvaguardia e al rilancio della chiesa di Santa Maria della Scala. A tal fine i cittadini sono stati coinvolti direttamente dando ad essi la possibilità di votare sul sito www.iluoghidelcuore.it la chiesa, comunemente nota come Badiazza, per potere accedere ai finanziamenti e procedere quindi alla sua valorizzazione come “luogo del cuore” rendendola fruibile dalla cittadinanza. “Il successo di questa IX edizione dell’iniziativa è motivo di orgoglio per tutti – hanno sottolineato gli assessori Scattareggia e Trimarchi – poiché conferma l’impegno e l’amore che i nostri concittadini condividono per le bellezze della nostra terra e quindi per quei beni culturali che meritano di essere valorizzati e protetti dal degrado e dallo stato di abbandono in cui spesso versano. I 9.006 voti, ottenuti dalla chiesa della Badiazza, che hanno permesso di piazzarsi al 42simo posto in Italia, al quinto in Sicilia e al primo a Messina e provincia, come riportato da Matteo Allone, attestano il raggiungimento degli obiettivi del progetto ‘I luoghi del cuore’. Tale posizione consentirà di porre in essere le azioni necessarie per far ripartire il processo di rinascita e valorizzazione dei nostri luoghi più affascinanti. Il nostro obiettivo è restituire questi beni alla fruizione della collettività, evitando la loro chiusura e l’inevitabile vandalizzazione”. Luoghi del cuore è un modo di dire entrato ormai nel lessico comune e utilizzato abitualmente per indicare luoghi unici, una mappa variegata e sorprendente formata da siti per noi speciali perché legati alla nostra identità e alla nostra memoria. Piccoli o grandi, famosi o sconosciuti, questi luoghi ci emozionano e raccontano la nostra storia personale: un sogno, una scoperta, una gioia, un rifugio.

 

 

 

L’eccezionale risultato di più di 2 milioni di voti raccolti, un traguardo mai raggiunto negli oltre 15 anni di storia del censimento, e le classifiche definitive dei luoghi più votati della 9ª edizione de “I Luoghi del Cuore” sono stati annunciati lo scorso mercoledì 6. I 37.200 siti oggetto di segnalazione costituiscono una preziosa mappatura spontanea di luoghi tanto diversi tra loro quanto amati, fatta di paesaggi e di palazzi storici, di chiese e di fiumi, di castelli e di borghi, di ville e di botteghe storiche, di giardini e di sentieri, che rende “visibile” il sentimento profondo che lega le persone ai territori dove vivono o dove hanno vissuto esperienze importanti della loro vita. I voti raccolti nella nona edizione sono stati 2.227.847, i luoghi votati 37.237, con una percentuale dell’80,6 dei comuni italiani coinvolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


3 × = venti sette