libero gioveni“A prescindere dove si farà e come si farà, dobbiamo avere comunque la certezza che l’Amministrazione comunale istituisca un’isola pedonale natalizia; pertanto la prossima settimana, presumibilmente mercoledì pomeriggio, convocherò una seduta straordinaria della I Commissione per discutere del tema con la stessa Amministrazione!”. A parlare così è il presidente della Commissione Viabilità del Consiglio comunale Libero Gioveni, tra i 14 firmatari della proposta di pedonalizzare il viale San Martino. “Non mi arrocco sulla proposta che ho da poco sottoscritto – spiega Gioveni – perché per quanto mi riguarda possiamo discutere anche di un’altra soluzione (temporanea)! Ma a pochi giorni dall’avvio del periodo natalizio non si possono lasciare migliaia di cittadini pro-isola a bagnomaria senza sapere se per i 30 giorni più attesi dell’anno potranno godere o meno di uno spazio in cui vivere momenti di socializzazione o per assaporare la bellissima atmosfera natalizia! Dopo aver sentito, quindi, anche uno dei primi firmatari dell’ultima proposta (il collega Ugo Zante) e ancor prima il collega Alessandro Russo che mi aveva sollecitato la convocazione della seduta e avendo colto, altresì, informalmente la disponibilità degli assessori interessati – prosegue Gioveni – ritengo più che opportuno e urgente discutere in Aula della proposta o comunque della necessità di pedonalizzare un’area proprio per il periodo natalizio! In questi giorni in cui, pur con il più urgente e attualissimo tema del “salva Messina”, – insiste il presidente della Commissione Viabilità – abbiamo potuto cogliere come il tema della pedonalizzazione sia parecchio sentito dalla cittadinanza, alla quale questo Consiglio comunale, quindi, ha il dovere di restituire uno spazio pedonale definitivo e duraturo nel tempo! Pertanto – conclude Gioveni – mi auguro che già dalla seduta in questione in cui si dibatterà principalmente sull’isola natalizia, possa essere avviato un primo vero importante passo per incardinare il necessario dibattito politico sulla futura isola pedonale permanente”.