emanuele-arciuli

Per la 94ª stagione concertistica della Filarmonica Laudamo, domenica 1 marzo, alle ore 10.30, nella sede Filarmonica Laudamo, sarà illustrato “American Paths – Progetto Filarmonica Laudamo”, presente il pianista Emanuele Arciuli che, alle ore 18, al Palacultura, si esibirà in concerto. Arciuli, Premio Abbiati nel 2011 e candidato ai Grammy Awards, si esibirà in tre concerti nel corso di tre stagioni della Filarmonica Laudamo interamente dedicati alla musica statunitense di estrazione colta, che trova i germi nella grande tradizione europea della musica classica, ma che interagisce ininterrottamente con le musiche del XXº secolo. Il percorso prevede l’esecuzione di buona parte delle ‘Round Midnight Variations, gruppo di composizioni ispirate da un brano di Thelonious Monk, ed espressamente scritte per Emanuele Arciuli nel 2001 da 16 fra i maggiori compositori statunitensi, tra cui Babbitt, Rzewski, Torke, Daugherty, Bolcom, Harbison. Ma il pianista suonerà anche alcuni brani chiave del repertorio americano, fra cui, in questa prima esibizione, Evocations di Carl Ruggles, In The Landscape di John Cage, Winnsboro Cotton Mill Blues di Frederic Rzewski, e il monumentale Phrygian Gates di John Adams. Emanuele Arciuli, una delle voci più originali e interessanti della nuova scena pianistica, suona regolarmente per le maggiori istituzioni, fra cui il Teatro alla Scala, Maggio Musicale Fiorentino, Miller Theater di New York, Tonkünstler Orchestra al Musikverein di Vienna e Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo. Collabora con direttori d’orchestra quali Roberto Abbado, Wayne Marshall, James MacMillan, Kazushi Ono e Zoltan Pesko. Hanno scritto per lui Michael Nyman e George Crumb e numerosi autori italiani e americani, con più di quindici prime esecuzioni di lavori per pianoforte e orchestra. Ha inciso numerosi cd e dvd tra i quali l’integrale pianistica di Berg e Webern e il Concerto per piano e orchestra di Bruno Maderna in prima mondiale. Il cd Stradivarius, contenente musiche di Adams e Rzewski, è stato votato dalla critica come miglior disco italiano del 2006. Di prossima uscita un dvd con musiche di Ives, Rzewski, Corea e Hersch pubblicato dal Miami Piano Festival e Vai Records. Arciuli ha anche pubblicato il volume Rifugio intermedio – Il pianoforte contemporaneo tra Italia e Stati Uniti per il Teatro di Monfalcone e di recente Musica per pianoforte negli Stati Uniti per la Edt. È titolare della cattedra di pianoforte principale al Conservatorio di Bari e dal 1998 è frequentemente professore ospite al College Conservatory of Music di Cincinnati, UCLA di Los Angeles e in molte altre università americane. I prossimi appuntamenti della stagione della Filarmonica Laudamo saranno, giovedì 5 marzo, alle ore 19, alla Sala Laudamo, con il Giuseppe Guarrella Niwas Quartet, feat. Mara Marzana con musiche di William Parker, Max Roach e dello stesso Guarrella, per la rassegna Accordiacorde in collaborazione con E.A.R. Teatro di Messina; domenica 8 marzo, alle 18, al Palacultura, con GliArchiEnsemble in “150º anniversario della nascita di Carl Nielsen e Jean Sibelius”.