E’ stato siglato oggi un accordo di partenariato per la disciplina delle attività di accoglienza diffusa ai sensi dell’Ordinanza di Protezione Civile n. 881/2022, presenti il Commissario Straordinario del Comune di Messina Leonardo Santoro; ed i Presidenti, di ARCI APS, Daniele Lorenzi, e di ARCI Messina APS, Santo Gringeri.

L’accordo di partenariato è finalizzato a dare accoglienza diffusa ed attività di accompagnamento ai soggetti, in attuazione dell’Ordinanza della Protezione Civile n. 881/2002 e dell’avviso per l’acquisizione di manifestazione d’interesse per lo svolgimento di attività di accoglienza sul territorio nazionale a beneficio di 34 persone provenienti dall’Ucraina in fuga dagli eventi bellici, cui è seguita una nota d’intenti sottoscritta dal Commissario Santoro. La durata delle attività di accoglienza diffusa terminerà alla data del 31 dicembre 2022, salvo diversa previsione da parte del Dipartimento della Protezione Civile.

Al termine del periodo di accoglienza, in caso di necessità di prolungarla, ogni attività e intervento, ivi incluso il trasferimento degli stessi presso differente misura alloggiativa, è di competenza degli Enti che sottoscrivono la convenzione nazionale. Gli Enti con la sottoscrizione del presente accordo assumono i seguenti impegni: a) informare periodicamente e puntualmente il Comune partner delle presenze di beneficiari sul territorio ai fini delle prerogative istituzionali dello stesso; b) individuare e comunicare formalmente il soggetto Capofila responsabile dell’eventuale aggregazione; c) svolgere le attività di accoglienza diffusa e di accompagnamento secondo le modalità e gli indicatori rappresentati in seguito alla firma della convenzione; d) garantire il rispetto della normativa, statale e regionale, generale e di settore, applicabile alle attività di accoglienza diffusa e di accompagnamento, con particolare riguardo alle misure in materia di responsabilità sociale degli enti, di tutela dei diritti dei lavoratori e della sicurezza sui luoghi di lavoro, sulla tracciabilità dei flussi finanziari e in materia di trasparenza e di anticorruzione; e) resta fermo in capo all’Ente l’adempimento di tutti gli obblighi assunti nei confronti del Dipartimento della Protezione Civile in forza della stipula della convenzione nazionale.

Il Comune con la sottoscrizione del presente accordo assume i seguenti impegni: a) collaborare con i Commissari Delegati dell’Ordinanza di Protezione Civile, anche per il tramite delle sedi di raccordo istituite a livello regionale (Unità di crisi/Cabine di regia regionali), per il coordinamento delle attività oggetto dell’accordo con le altre forme di accoglienza previste dalla vigente disciplina di settore; b) emanare tempestivamente – ricorrendone i presupposti – le autorizzazioni, i provvedimenti e gli atti, variamente denominati, necessari e/o funzionali alle attività oggetto del presente accordo.

Nelle ipotesi di revoca del contributo, stabilite dall’avviso, l’accordo è da intendersi automaticamente risolto, senza che l’Ente Locale contesti formalmente agli Enti l’inadempimento all’accordo.