carabinieri-112Nell’ambito delle attività volte alla prevenzione e repressione dei reati svolte nei giorni scorsi, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno deferito in stato di libertà due individui, entrambi messinesi, rispettivamente di 34 e 42 anni, ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione di stupefacenti per fini di spaccio, minaccia, oltraggio a Pubblico Ufficiale e detenzione o porto illecito di munizionamento per armi comuni da sparo,.

In particolare, nel coso di un controllo di polizia effettuato nella zona sud del capoluogo peloritano, presso l’abitazione di un soggetto 34enne, già noto alle Forze dell’Ordine, i Carabinieri, nel corso della perquisizione domiciliare, rinvenivano un involucro contenente oltre 6 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cannabis indica”, un involucro contenente circa 4 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, un congegno tritaerbe ed un proiettile per arma da sparo cal. 38. Per tale motivo, il prevenuto veniva denunciato in stato di libertà, per detenzione di stupefacenti per fini di spaccio e detenzione o porto illecito di munizionamento per armi comuni da sparo.

Inoltre, sempre nel corso del predetto controllo di polizia effettuato presso l’abitazione del 34enne, i Carabinieri denunciavano in stato di libertà un uomo di 42 anni, anch’egli presente all’interno dell’abitazione all’arrivo dei militari dell’Arma, il quale, alla richiesta dei militari di consegnare uno spinello appena confezionato, li aggrediva verbalmente con frasi oltraggiose e minacciose rifiutandosi di consegnarlo.

Per tale motivo, il 42enne veniva denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Messina per minaccia e oltraggio a Pubblico Ufficiale, nonché veniva segnalato alla Prefettura di questo capoluogo in quanto assuntore di sostanze stupefacenti.