Si è riunita nella Sala “Boris Giuliano” di Palazzo dei Leoni, in presenza, oltre che in modalità telematica, il tavolo tecnico istituzionale del progetto del Mi.T.E. Città Metropolitana sostenibile.

Hanno partecipato all’incontro la Segretaria Generale dell’Ente, Avv. Maria Angela Caponetti, il Capo di Gabinetto dott. Franco Roccaforte, il dott. Salvo Puccio, Dirigente della V Direzione e Responsabile della proposta di intervento, il dott. Carmelo Casano, Referente tecnico della proposta di intervento ed il consulente dott. Marco Giacoponello.

La dott.ssa Caponetti aprendo i lavori ha ricordato che l’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile è un programma sottoscritto nel 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU, che vuole perseguire la crescita economica, l’inclusione sociale e la tutela dell’Ambiente

l’Italia, nel dicembre 2017, ha elaborato una propria Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile (SNSvS) che è il riferimento normativo e strategico delle politiche settoriali e territoriali di tutti gli attori coinvolti, istituzioni nazionali e Città Metropolitane in primo luogo nel lungo percorso di attuazione, che proseguirà fino al 2030. Particolare attenzione nell’ambito della elaborazione dei progetti va riservata alla verifica ed al monitoraggio, al fine di conseguire i migliori risultati.

Il dott. Giacoponello ha quindi illustrato lo studio preliminare sulla attività progettuale individuando le criticità dei vari territori da punto di vista della sostenibilità ambientale.

Entrando nel viso della azione progettuale, il dott. Puccio ha sottolineato l’opportunità di individuare nell’ambito delle 5 macrocategorie (5 P) previste dal Piano: : Persone, Prosperità, Pace, Partnership e Pianeta, progetti pilota su cui concentrare l’azione progettuale anche con il coinvolgimento di forze esterne come l’Università, in stretta sinergia con le Città Metropolitane adiacenti: Palermo, Catania e Reggio Calabria, ed ha proposto i seguenti progetti che il tavolo istituzionale ha fatto propri:

– Analisi, mutazione e valutazione delle variazioni dei parametri di sostenibilità ambientale, locale e territoriale, regionale e interregionale, relativi alla sostenibilità ambientale nel periodo pandemico 2020-2021

– Proiezione di sviluppo e sostenibilità ambientale relative al piano di resilienza e ripartenza , “Next generation EU” per le previsioni di infrastrutturazioe locale e territoriale.

I progetti saranno quindi proposti al Forum per la definitiva adozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


nove + 3 =