Nel corso dello sviluppo delle indagini condotte attraverso la visione di ulteriori immagini acquisite dai sistemi di video sorveglianza presenti nella zona del delitto,  i Carabinieri della Compagnia Messina Centro hanno ricostruito una parte del percorso effettuato a piedi per le vie del centro cittadino dall’assassino di Concetta GIOÈ, accoltellata nella notte dell’11 settembre mentre dormiva nei pressi di un ingresso della Chiesa di Santa Caterina.

I Carabinieri hanno così rinvenuto, in un’aiuola nei pressi della stazione ferroviaria, la borsa di cui l’assassino si era impossessato che conteneva ancora gli effetti personali della vittima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


due + = 4