rizzoDopo l’evento sismico simulato con magnitudo (M) Richter 6,3 e intensità IX (MCS), ha preso il via stamani l’esercitazione della quinta edizione della Settimana della Sicurezza – Esercitazioni di Protezione Civile Messina 2014, nell’ambito delle attività di formazione del “Piano di Emergenza” della città di Messina, che si concluderà sabato 10. Obiettivo dell’esercitazione, di cui è responsabile l’ing. Antonio Rizzo, esperto comunale volontario per le attività di protezione civile, è quello di evidenziare eventuali criticità e fornire spunti di riflessione per la correzione dei comportamenti e per la programmazione di interventi indispensabili per il miglioramento del livello di sicurezza nella gestione dell’emergenza sisma. Sulla base delle stime effettuate dal Dipartimento della Protezione Civile Nazionale l’evento produrrebbe come effetti sull’edilizia residenziale del territorio comunale il crollo di 4.258 abitazioni, l’inagibilità di 31 mila 138 case e 9 mila 348 abitanti coinvolti (di cui 7 mila 011 feriti e 2 mila 337 deceduti), 69 mila 431 senza tetto. Lo scenario dell’esercitazione “Messina 2014” considera l’intero territorio comunale e le attività operative di simulazione saranno distribuite nelle sei circoscrizioni, con particolare attenzione alla zona di Capo Peloro: I Area Sud, kmq 50,03, ab 23.973; II, San Filippo, kmq 18,79, ab 29.180; III, Gazzi, kmq 24,65, ab 64.078; IV, Centro, kmq 8,12, ab 46.395; V, Annunziata, kmq 20,15, ab 57.915; VI, Peloro, kmq 89,49, ab 29.932 per complessivi 211,23 Kmq e 251.473 abitanti.

Gli aggiornamenti in tempo reale della settimana della sicurezza, con foto, testi ed avvisi, sono consultabili online sul sito facebook https://www.facebook.com/EsercitazioniProtezioneCivileME2014 .

L’esercitazione di oggi, lunedì 5, è stata avviata alle ore 9.08 con l’evento sismico simulato IX MCS – 6,3 Richter;

alle 9.10, il sindaco, Renato Accorinti, a seguito della scossa e accertata la conseguente situazione generale, ha proceduto ad attivare il Centro Operativo Comunale (COC) e ad avvisare Prefettura, Regione e Provincia, predisponendo le procedure di emergenza. L’attività di protezione civile è proseguita

alle ore 9.15, con la centrale operativa della Polizia Municipale, che ha verificato la viabilità comunale e la percorribilità della viabilità strategica, l’attivazione dei cancelli/presidi nelle aree di maggiore criticità.

Ore 9.20, la Prefettura ha avvisato il C.C.S. (Centro Coordinamento Soccorsi) attraverso l’attivazione delle Funzioni di Supporto ritenute necessarie, il coordinamento degli interventi di verifica della funzionalità dei sistemi a rete: autostrade CAS (A20 – A18), ANAS (SS 113 – SS 114), SP Provincia Regionale – RFI, l’avvio dei cancelli/presidi nelle aree di maggiore criticità; l’Autorità Marittima Navigazione dello Stretto di Messina e l’Autorità Portuale hanno verificato la funzionalità dei moli, degli approdi e della sicurezza dei collegamenti nello Stretto, la funzionalità della rete telecomunicazioni, rete idrica, rete elettrica e rete distribuzione gas.

Ore 9.30, all’Istituto tecnico Minutoli, prove di evacuazione interna ed esterna e verifica di agibilità.

Ore 9.35, gli Ordini Professionali Ingegneri, Geologi, Architetti, Collegio Geometri e Periti provvederanno all’organizzazione del supporto logistico per interventi delle squadre operative, alle verifiche di agibilità, al censimento dei danni presso gli edifici strategici e le aree di simulazione, ed alla prova pratica di compilazione schede AEDES (con rilascio di crediti formativi).

Ore 10.15, agli istituti comprensivi Santa Margherita (Altolia e Leonardo Da Vinci) e Mazzini Gallo, prove di evacuazione interna ed esterna.

Ore 10.20, all’istituto tecnico Quasimodo, prove di evacuazione interna ed esterna e verifiche agibilità.

Ore 10.30, a palazzo Zanca, sede del Comune di Messina, attivazione delle procedure di emergenza, evacuazioni Settore 1 (PT + P1) verso zona piazza Immacolata di Marmo, Settore 2 (PT + P1) verso zona attesa piazza Antonello, Settore 3 (PT + P1 + Palazzetto) verso zona attesa piazza Bellini; verifica danni alle strutture degli edifici.

Ore 10.35, a Palazzo Weigert, sede degli uffici comunali, attivazione delle procedure di emergenza ed evacuazione verso zona piazza Immacolata di Marmo.

Ore 11.30, Università, sede centrale Piazza Pugliatti, Uffici Amministrativi e Aule, attivazione delle procedure di emergenza, evacuazione Settore 1 verso zona Piazza Pugliatti e verifica danni alle strutture degli edifici.

Ore 11.40, Università, sede Facoltà di Economia, Uffici Amministrativi e Aule, attivazione delle procedure di emergenza, evacuazione Settore 2 verso zona attesa piazza interna e verifica danni alle strutture degli edifici.

Ore 11.45, scuole Distretto 29, prove di evacuazione interna ed esterna.

Ore 11.50, Università, Facoltà Scienze della Formazione, Uffici Amministrativi e Aule, attivazione delle procedure di emergenza, evacuazione verso Area attesa di Villa Mazzini e verifica danni alle strutture degli edifici.

Ore 12, Prefettura di Messina, piazza dell’Unità d’Italia, Questura di Messina, via Placida, sedi uffici amministrativi, attivazione procedure di emergenza per gestione evento critico, verifica speditiva danni alle strutture dell’edificio.

Ore 12.30, sede 2^ Circoscrizione (Stadio San Filippo) prova di evacuazione dall’edificio da parte dei consiglieri verso zona Area Attesa, verifica speditiva danni alle strutture dell’edificio e attivazione U.C.L.2.

Ore 12.35, uffici comunali – palazzina uffici Polizia Municipale: Tutela del Territorio e Infortunistica presso Stadio San Filippo e sede COC alternativo, attivazione procedure di emergenza, evacuazione verso zona area attesa, e verifica danni alle strutture degli edifici.

Ore 15, sede 1^ Circoscrizione, Tremestieri, prova di evacuazione dall’edificio da parte dei consiglieri e dei condomini dello stabile e spostamento presso Area Attesa parcheggio SMA, verifica speditiva danni alle strutture dell’edificio e attivazione U.C.L.1.

Ore 15.30, Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Gaetano Martino – padiglione B, primo piano – unità operativa di medicina interna, simulazione ed evacuazione padiglione per gravi criticità; dopo l’allarme, verifica dell’agibilità dell’Unità operativa coinvolta con squadre del settore tecnico, procedure di attivazione del piano di evacuazione, assegnazione ruoli di coordinamento, composizione squadre evacuazione pazienti, esecuzione triage (se evacuazione urgente/differibile), individuazione aree protette di attesa e punti di raccolta dove evacuare temporaneamente i pazienti, assistenza sanitaria durante l’evacuazione ed individuazione dei posti letto per definitivo trasferimento dei pazienti.

Ore 17.30, Condominio zona Sud Provinciale – complesso Palano – simulazione fuga di gas ed evacuazione dello stabile a cura dell’Associazione di Volontariato “Mari e Monti 2004”, attivazione procedure di emergenza e piano di evacuazione dell’edificio, verifica delle aree di emergenza, di attesa e dell’agibilità dell’edificio.

Martedì 6, alle ore 9.10, a seguito dell’evento sismico simulato IX MCS – 6,3 Richter e accertata la conseguente situazione generale, il sindaco, Renato Accorinti, procederà ad avvisare il Centro Operativo Comunale (COC), Prefettura, Regione e Provincia e ad attivare le procedure di emergenza.

Ore 9.20, agli istituti tecnici Cuppari e San Placido prove di evacuazione interna ed esterna, censimento danni e verifiche di agibilità.

Ore 9.30, gli Ordini Professionali Ingegneri, Geologi, Architetti, Collegio Geometri e Periti provvederanno al supporto logistico per interventi delle squadre operative, alle verifiche dell’agibilità e al censimento dei danni presso gli edifici strategici e le aree di simulazione.

Ore 9.35, allestimento campo Area ammassamento nell’Area Polo Sportivo San Filippo a cura del Dipartimento Protezione Civile della Regione Siciliana – Unità operativa di Messina con l’intervento delle associazioni di volontariato.

Ore 10, a palazzo dei Leoni, sede della Provincia Regionale di Messina, palazzo degli Uffici e palazzo ex I.A.I., saranno attivate le procedure di emergenza, evacuazione settore 1-2 verso zona Area Attesa piazza Duomo, evacuazione settore 3 verso zona area attesa piazza Antonello, evacuazione settore 4 verso zona area attesa chiesa S. Francesco, verifica danni alle strutture degli edifici.

Ore 10.30, intervento predisposto dall’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Messina-zona Colli San Rizzo presso Distaccamento Forestale San Rizzo per la visita di una scolaresca, l’avvio delle procedure di messa in sicurezza dei visitatori e del personale della struttura, il trasferimento nelle aree di attesa, la verifica di agibilità della Caserma e l’intervento delle squadre di primo soccorso sanitario.

Ore 10.45, gestione emergenza turisti navi da crociera dei “Tour Operator” attraverso le procedure di gestione del trasporto turisti in aree di emergenza-attesa, verifica agibilità dell’area portuale, assistenza passeggeri per successivo trasferimento in area portuale presso le rispettive unità navali.

Ore 11.45, nella sede della 3^ Circoscrizione, Camaro, UCL, prova di evacuazione dell’edificio da parte dei consiglieri e del personale, verifica agibilità dell’edificio, attivazione U.C.L. 3.

Ore 12, sede 4^ circoscrizione, uffici comunali dell’isolato 88, viale S. Martino, simulazione gestione evento critico (incendio-crollo), procedure di evacuazione del personale e degli utenti, soccorso feriti presso il PTE 118, verifica agibilità dell’edificio, attivazione U.C.L.4. Ore 12, scuole Distretto 29 prove di evacuazione interna ed esterna.

Ore 12.30, uffici comunali di palazzo Satellite e piazza Campo delle Vettovaglie, Dipartimenti Ambiente e Sicurezza Luoghi di Lavoro, simulazione gestione evento critico (incendio-crollo), prova di evacuazione interna e spostamento personale ed utenti presso le aree di emergenza-attesa di piazza della Repubblica, verifica agibilità dell’edificio.

Ore 15.30, al Palacultura “Antonello da Messina” si terrà il seminario di psicologia dell’emergenza sul tema “La resilienza ed il coping: Che tipo di soccorritore sei?”, a cura del Dipartimento Messina Nord D.S.M. ASP 5, relatori, Roberto Motta e Genny Gioffrè, in collaborazione con l’AIMC (Associazione Italiana Medicina delle Catastrofi), rivolto a tutti gli operatori sanitari e volontari del soccorso sanitario.

Mercoledì 7, alle ore 9.10, a seguito dell’evento sismico simulato IX MCS – 6,3 Richter e accertata la conseguente situazione generale, il sindaco, Renato Accorinti, procederà ad avvisare il Centro Operativo Comunale (COC), Prefettura, Regione e Provincia, e ad attivare le procedure di emergenza.

Ore 9.15, gli Ordini Professionali Ingegneri, Geologi, Architetti, Collegio Geometri e Periti provvederanno al supporto logistico per interventi delle squadre operative, alle verifiche dell’agibilità e al censimento dei danni presso gli edifici strategici e le aree di simulazione.

Ore 9.20, Progetto Lions Team Alert (Distretto Lions 108 Yb), un modello di intervento per emergenze territoriali di supporto alla funzione del COC–F9 (assistenza alla popolazione) – adozione protocollo d’intesa.

Ore 9.25, scuola elementare/materna S. Domenico Savio, prove di evacuazione interna, verifica dell’area di attesa interna e dell’agibilità dell’istituto e della chiesa.

Ore 9.30, liceo classico Maurolico e media Mazzini, prove di evacuazione interna ed esterna degli studenti e dei professori, trasferimento degli stessi presso area attesa di Piazza Duomo e verifica agibilità dell’edificio.

Ore 9.40, Istituto comprensivo “Manzoni-Dina e Clarenza”, scuola elementare Passamonte-Gravitelli Inferiore, prove di evacuazione interna ed esterna. Ore 9.45, attivazione P.M.A. (Posto Medico Avanzato) 118, zona centro/porto – simulazione gestione maxi afflusso feriti, organizzazione spazi funzionali per emergenza sanitaria, triage dei feriti simulati presso PMA.

Ore 9.50, scuole Distretto 28, prove di evacuazione interna ed esterna.

Ore 10, ASP 5 – Dipartimento Salute Mentale, ex Mandalari Giostra, Centro Diurno “Camelot”, prove di evacuazione del personale e degli utenti verso area attesa, soccorso feriti presso PTE 118, verifica danni alle strutture degli edifici. Ore 10.10, Liceo F. Bisazza, prove di evacuazione interna ed esterna.

Ore 10.15, Palacultura Antonello da Messina, Uffici Comunali, viale Boccetta, prova di evacuazione dell’edificio, verifica agibilità dell’edificio, area di attesa (Chiesa S. Francesco).

Ore 10.15, scuole elementare e materna “Montepiselli”, prove di evacuazione interna ed esterna.

Ore 10.30, al Palacultura “Antonello da Messina”, sala Auditorium, momento di divulgazione ed informazione rivolto agli studenti degli istituti superiori a cura dell’Università degli Studi di Messina, Dipartimenti di Scienze della Terra e Ingegneria, del Dipartimento di Protezione Civile Regione Sicilia e del Dipartimento Comunale di Protezione Civile. Saranno trattati i temi relativi a “Protezione Civile Nazionale, Regionale e la gestione delle emergenze” e “Protezione Civile Comunale e la gestione delle emergenze”; “Mappe di pericolosità, Terremoti e Maremoti”; “Rischi e norme di comportamento”; “Le nuove tecniche costruttive in zona sismica. Esempi applicativi”; “Continuità elettrica e telecomunicazioni in emergenze di Protezione Civile”.

Ore 12.30, scuole istituto “Spirito Santo”, prove di evacuazione interna ed esterna. Ore 15, Poliambulatori/Ambulatori – Medici di Base, applicazione NESS (Nucleo Elementare di Soccorso Sanitario), con prova di primo soccorso alla popolazione da parte dei medici di base in situazione di macroemergenza sanitaria e triage feriti simulati ed intervento ambulanza Misericordie.

Ore 15.30, Centro Commerciale – (Zona via La Farina), simulazione gestione evento critico (incendio–crollo), piano di emergenza interno, procedure di evacuazione dai reparti del personale e degli utenti, soccorso feriti nell’area di emergenza-attesa e verifica agibilità dell’edificio.

Ore 16.30, IRCSS CENTRO Neurolesi “Bonino Pulejo” – contrada Casazza, prima verifica di agibilità della struttura sanitaria con le squadre interne, attivazione della gestione di una macroemergenza sanitaria, simulazione gestione evento critico (incendio-crollo) e procedure di evacuazione di una corsia.

Giovedì 8, ore 9.10, a seguito dell’evento sismico simulato IX MCS – 6,3 Richter e accertata la conseguente situazione generale, il sindaco, Renato Accorinti, procederà ad attivare il Centro Operativo Comunale (COC), U.C.L. 5 e 6, ad avvisare Prefettura, Regione e Provincia, e predisporre le procedure di emergenza.

Ore 9.15, scuole istituto superiore alberghiero “Antonello” di viale Giostra, prove di evacuazione interna ed esterna, verifica area di attesa interna e dell’agibilità dell’istituto, simulazione attivazione servizio mensa di zona.

Ore 9.20, sede 5^ Circoscrizione (Villa Lina), prova di evacuazione dell’edificio da parte dei consiglieri e del personale, verifica agibilità dell’edificio e attivazione U.C.L. 5.

Ore 9.30, al palazzo dei Congressi del Policlinico Universitario “G. Martino”, si terrà un incontro formativo per gli studenti universitari con rilascio di crediti formativi (corso ore 09.30/15.30) sul tema “Maxiemergenza: Essere Pronto aiuta il Soccorso”, a cura dell’AIMC (Associazione Italiana Medicina delle Catastrofi).

Ore 9.35, il Dipartimento Protezione Civile Regione Siciliana allestirà un campo area ammassamento nella zona universitaria Papardo, in collaborazione con l’Unità operativa di Messina e delle Associazioni di Volontariato, organizzando attività esercitative interne ed esterne al campo base, e visite guidate per gli studenti delle facoltà universitarie nell’area attrezzata con momenti formativi.

Ore 9.40, attivazione di cinque scenari di rischio in zona via Palermo alta, a cura delle Associazioni di Volontariato della Consulta di Messina, eventi crollo edifici, frana, blocco viabilità, interventi logistici di soccorso e soccorso feriti.

Ore 9.45, attivazione di un PMA (Posto Medico Avanzato) da parte delle associazioni di volontariato, zona area nord–Giostra, trasporto dei feriti simulati, previo triage presso PMA e assistenza sanitaria alla popolazione.

Ore 9.50, intervento ENEL con squadra e gruppo elettrogeno nell’area Papardo.

Ore 9.55, gli Ordini Professionali Ingegneri, Geologi, Architetti, Collegio Geometri e Periti provvederanno al supporto logistico per interventi a sostegno di squadre operative, alle verifiche del censimento danni in edifici strategici ed aree di simulazione ed alla prova pratica di compilazione schede AEDES (con rilascio crediti formativi).

Ore 10.15, scuole Distretto 28-29, istituti comprensivi Albino Luciani e San Francesco di Paola, prove di evacuazione interna ed esterna.

Ore 10.20, liceo classico La Farina, simulazione gestione evento critico (incendio-crollo), piano di emergenza interno ed esterno, procedure di evacuazione degli studenti, soccorso feriti e verifica dell’agibilità dell’edificio.

Ore 10.30, Università degli Studi – Area Annunziata, facoltà di Farmacia, Veterinaria, Lettere, Centro Sportivo UNIME Sport, procedure di evacuazione dagli edifici da parte degli studenti, docenti e personale verso le aree di attesa presso gli impianti sportivi UNIME Sport e verifica danni alle strutture ed agibilità degli edifici.

Ore 10.50, Scuole Istituto S. Anna, via XXIV maggio, prove di evacuazione interna ed esterna.

Ore 11, sede 6^ Circoscrizione – Centro Servizi Ganzirri, prova di evacuazione dell’edificio da parte dei consiglieri e del personale, verifica agibilità dell’edificio, attivazione U.C.L. 6 e sede alternativa (Papardo–Poseidon).

Ore 11.20, liceo artistico Basile, zona Annunziata Conco d’Oro, simulazione gestione evento critico (incendio-crollo), piano di emergenza interno ed esterno, procedure di evacuazione degli studenti, soccorso feriti e verifica dell’agibilità dell’edificio.

Ore 11.30, Università degli Studi – Area Dipartimento Ingegneria – Papardo, procedure di evacuazione dagli edifici da parte degli studenti, docenti e personale verso le aree di attesa, verifica danni alle strutture ed agibilità degli edifici, ed esercitazione al Laboratorio del Dipartimento ingegneria chimica industriale con intervento di squadre dei Vigili del Fuoco.

Ore 12, ANAS, simulazione di una frana con ripristino della viabilità nella SS 113 dir (Messina-Palermo) in località Acqualadrone, con intervento mezzi movimento terra e realizzazione di tratti di viabilità alternativa. Il traffico automobilistico sarà regolato da personale ANAS.

Ore 14.30, Arsenale Marina Militare (Agenzia Industrie Difesa – Zona S. Raineri), prove di evacuazione palazzina uffici Arsenale, procedure di sicurezza per evento onda anomala e verifica danni alle strutture degli edifici.

Ore 15, Base Marina Militare – MARIDIST (Zona S. Raineri), prove di evacuazione palazzine ufficiali ed alloggi presso base MM, procedure di sicurezza per evento onda anomala, interventi di soccorso e verifica danni alle strutture degli edifici. Ore 16, Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali – Messina, sede uffici di Viale Boccetta ed altri siti, attivazione di procedure di emergenza e valutazione danni, di squadre NOPPCEC (Nuclei Operativi Protezione Patrimonio Culturale dagli Eventi Calamitosi) per intervento sui beni mobili del patrimonio culturale da schedare, imballare e trasportare in luogo sicuro, procedure di recupero e messa in sicurezza dei beni del patrimonio culturale con intervento di Associazioni di Volontariato.

Ore 16.30, cliniche private – Istituto Clinico Polispecialistico (COT SpA),

ore 17.30, villa Salus, ore 18, Carmona,

ore 18.30, villa Igea, prima verifica di agibilità della struttura sanitaria con le squadre interne, attivazione della gestione di una macroemergenza sanitaria, simulazione gestione evento critico (incendio–crollo) e procedure di evacuazione di una corsia.

Venerdì 9, alle ore 9.10, a seguito dell’evento sismico simulato IX MCS – 6,3 Richter e accertata la conseguente situazione generale, il sindaco, Renato Accorinti, procederà ad avvisare il Centro Operativo Comunale (COC), Prefettura, Regione e Provincia, a predisporre le procedure di emergenza e ad attivare la Capitaneria di Porto-Autorità Marittima dello Stretto per i soccorsi nelle Zone Capo Peloro-Stretto e tirrenica.

Ore 9.15, Poste Italiane, attivazione procedure di emergenza nelle sedici sedi degli Uffici Postali di Messina e del Centro Postale Operativo (CPO) di Pistunina. Ore 9.20, Scuole Distretto 29, Istituto Comprensivo “La Pira-Gentiluomo”, prove di evacuazione interna ed esterna.

Ore 9.30, Brigata Meccanizzata “Aosta”, caserma “Crisafulli – Zuccarello” (viale Europa), per l’attività esercitativa rivolta anche alle scuole, simulazioni crollo parziale palazzina con successivo sgombero personale e trasporto feriti in area sicura, crollo ed esplosione di area stoccaggio materiale potenzialmente pericoloso per la salute umana e attivazione procedure di emergenza, allestimento area sicura con strutture campali gonfiabili per l’assistenza ai feriti e sopravvissuti.

Ore 9.35, attività di informazione della popolazione e prove di simulazione nelle aree di Capo Peloro per simulazione rischio maremoto, a cura delle Associazioni di Volontariato.

Ore 9.45, scuole S. Agata, Sperone, Papardo, Ganzirri e Torre Faro, prove di evacuazione interna ed esterna e raggiungimento aree di emergenza–attesa. Ore 11, Capitaneria di Porto-Autorità Marittima dello Stretto di Messina Guardia Costiera, Polizia Municipale Gruppo Navale, RFI-Sezione Navale e Vigili del Fuoco-Comando Provinciale Messina, simulazione di interventi di salvataggio e soccorso in mare con impiego di unità navale Guardia Costiera, classe Dattilo ed elicottero del II Nucleo Aereo di Catania, simulazioni di interventi di salvataggio e soccorso dal mare, (zona tirrenica) ed intervento di salvataggio (laghi Ganzirri), recupero naufrago da bordo di unità navale, intervento di unità navali del Reparto Supporto Navale e Nucleo Sommozzatori della Guardia Costiera, nella zona tirrenica con team 118, operazioni SAR/Search And Rescue (ricerca e salvataggio), prove di evacuazione dalle spiagge, simulazioni di salvataggio dal mare della popolazione e di trasferimento della popolazione verso le aree sicure con l’ausilio dei mezzi navali per il raggiungimento delle aree di emergenza–attesa, salvataggio feriti simulati, trasbordo da gommone a unità navali e trasferimento in zona portuale per successivo trasporto verso PMA, salvataggio ferito e trasporto con elicottero della Guardia Costiera presso l’elisuperficie 118 dell’ospedale Papardo e rientro in porto delle unità navali con sbarco feriti e abitanti simulati.

Ore 11.15, scuola media “Evemero da Messina”, Ganzirri, prove di evacuazione interna ed esterna e raggiungimento delle aree di emergenza-attesa.

Ore 11.45, scuola elementare “Città di Firenze”, Torre Faro, prove di evacuazione interna ed esterna e raggiungimento delle aree di emergenza-attesa. Ore 19, Parrocchia S. Maria della Lettera – Torre Faro (zona Ganzirri – Torre Faro – Capo Peloro), emergenza ambientale in famiglia, autoprotezione in famiglia (prima, durante e dopo) e modello di gemellaggio tra famiglie per la gestione rischio maremoto.

Ore 20, fine delle esercitazioni “Messina 2014”.

Le esercitazioni di Protezione Civile “Messina 2014” si concluderanno con un debriefing al COC tra i responsabili di istituzioni, enti, organizzazioni, associazioni di volontariato, per le valutazioni finali delle attività svolte.

Sabato 10, al Palazzo della Cultura “Antonello da Messina”,

alle ore 9.30, Inno Nazionale della Banda Brigata Meccanizzata “AOSTA”; dopo il saluto del sindaco, Renato Accorinti, interverranno il prefetto, Stefano Trotta; il responsabile del Servizio Emergenze del Dipartimento Nazionale Protezione Civile, Fabio Brondi, ed il dirigente generale DPCRS del Dipartimento Regionale Protezione Civile, Calogero Foti. Ore 10, l’esperto comunale di protezione civile, direttore dell’esercitazione, Antonio Rizzo, presenterà il 1° Rapporto sulla Esercitazione “Messina 2014”; seguiranno gli interventi dei dirigenti, il dipartimento protezione civile Regione Sicilia, Bruno Manfrè, ed il dipartimento comunale protezione civile-difesa suolo, Antonio Cardia. Saranno infine illustrati i rapporti sulla gestione degli interventi del 118, dal responsabile del servizio, Domenico Runci; sulla gestione degli interventi di soccorso sanitario, dal Presidente AIMC (Associazione Italiana Medicina delle Catastrofi), Consolato Malara; e sul volontariato messinese di protezione civile, dal presidente della Consulta del Volontariato, Massimo Minutoli. Ore 11, sarà affrontato il tema “La protezione civile ed i social media: la comunicazione del rischio e il rischio di comunicare”, a cura del referente per la comunicazione del dipartimento protezione civile Regione Siciliana, Biagio Morabito, e del responsabile CrisisLab-social media emergency, Ugo Cerrone.

Le conclusioni saranno tratte dall’assessore comunale alla protezione civile, Filippo Cucinotta, ed alle ore 12, ci sarà la consegna degli attestati di partecipazione alle istituzioni, enti, scuole ed associazioni di volontariato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× due = 6