L’ATM ritiene particolarmente significativo avvalersi di competenze altamente qualificate che possano rinvenirsi presso Istituzioni dedite alla ricerca scientifica ed all’alta formazione, quali le Università.

In quest’ottica si è avviato un percorso di collaborazione tecnico-scientifica tra l’Azienda ed il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Messina, così da poter sviluppare una serie di attività inerenti alla mobilità alternativa e sostenibile, all’efficientamento energetico dei veicoli, al rinnovamento dei processi industriali aziendali, alla realizzazione di progetti e studi di fattibilità innovativi sui veicoli, nonché alla formazione di giovani ingegneri.

Nel dettaglio l’iniziativa prevedrà, tra le altre attività, lo studio di una e-bike destinata ad un sistema di bike-sharing cittadino, di un sistema di ricovero e ricarica per i bus elettrici, di un bike-box per il miglioramento della sicurezza, dell’efficienza energetica e dell’accessibilità delle stazioni di sosta per la mobilità dolce, lo studio e l’eventuale applicazione di sistemi per la riduzione dell’impatto ambientale e dei consumi dei bus e la realizzazione di seminari e concorsi di idee indirizzati a studenti e giovani professionisti.

Il Dipartimento, inoltre, stimolerà l’impegno per la realizzazione di elaborati, tesi e pubblicazioni scientifiche in collaborazione con ATM e promuoverà la conoscenza dell’Azienda tra gli studenti ed i collaboratori dell’Università. Sono già iniziate le attività oggetto della convenzione, il cui responsabile scientifico, per l’Università degli Studi di Messina, è l’Ing. Giacomo Risitano, docente di “Meccanica del veicolo” e “Progettazione di Veicoli Terrestri”. “Il presente accordo – dichiara il Consigliere di Amministrazione di ATM Salvatore Ingegneri – si inserisce all’interno di una più ampia azione di collaborazione sinergica tra ATM e le eccellenze locali ed è stato animato dalla profonda consapevolezza dell’importanza della cooperazione tra gli attori operanti nel contesto cittadino.

Si dimostra ancora una volta il cambio di passo promosso dal management aziendale, che vede un’apertura dell’Azienda verso la comunità all’interno della quale opera, avendo come obiettivo la valorizzazione delle eccellenze cittadine ed il miglioramento dell’offerta all’utenza, dunque della vivibilità urbana”. “Con questa nuova iniziativa – conclude il Presidente di ATM Pippo Campagna – l’Azienda si dimostra sempre più pronta ad affrontare le sfide che la vedranno protagonista della rivoluzione relativa alla mobilità urbana cittadina. Si sottolinea concretamente come, tra le altre cose, la riduzione dell’impatto ambientale, l’incentivo alla mobilità dolce e la sicurezza e l’efficientamento energetico, rappresentino temi che l’Azienda studia ed attenziona quotidianamente.

La possibilità di potersi avvalere delle comprovate eccellenze dell’Ateneo Peloritano è sicuramente un elemento di imprescindibile valore che ci permette di puntare sempre più in alto ed affrontare sfide sempre più ambiziose, essendo ormai proiettati verso un futuro di crescita ed innovazione che ci consentirà di diventare un punto di riferimento sempre più importante per chi si muove in città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 8 = quaranta