Palazzo Zanca47Messina. Approvati dalla giunta municipale gli schemi dei regolamenti comunali per il compostaggio domestico, di comunita’ e locale. La Giunta municipale, presieduta dal Sindaco Cateno De Luca, riunitasi lo scorso 15 febbraio a Palazzo Zanca, ai sensi della deliberazione del Consiglio comunale n. 3/C del 2 gennaio 2016, ha esitato la proposta di deliberazione n. 99 relativa all’approvazione degli schemi dei regolamenti comunali per il compostaggio domestico, di comunità e locale (cosiddetto di prossimità). Obiettivo dei regolamenti è disciplinare la pratica del compostaggio domestico, prevedendo l’eventuale riduzione sulla Tari, per le utenze domestiche presenti nel territorio comunale che si attiveranno nella corretta pratica del compostaggio domestico. Soggetti interessati sono tutti gli utenti del servizio nel Comune di Messina che si impegnano a non conferire al circuito di raccolta pubblica i rifiuti organici provenienti dalla cucina e/o giardinaggio. Relativamente al compostaggio di comunità, destinatari sono soggetti privati, che si impegnano sempre a non conferire al circuito di raccolta pubblica i rifiuti organici prodotti. I soggetti possono essere utenze domestiche e non, associate in un “organismo collettivo”, che può essere un condominio, un’associazione, un consorzio e una società non industriale. Infine il compostaggio locale, detto anche di prossimità, riguarda il compostaggio aerobico di rifiuti biodegradabili derivanti da attività agricole e vivaistiche o da cucine, mense, mercati, giardini o parchi, condotto in apparecchiature che hanno una capacità di trattamento non eccedente ad ottanta tonnellate annue e sono destinate esclusivamente al trattamento di rifiuti raccolti nel Comune, dove gli stessi sono prodotti e/o nei Comuni confinanti che stipulano una convenzione con il Comune che ospita l’apparecchiature per poter conferire presso la stessa. I cittadini, singoli o associati, possono presentare osservazioni e/o proposte in merito agli allegati schemi di regolamento.