Questo pomeriggio, i quattro finanzieri hanno fornito al Gip Maria Teresa Arena la loro versione dei fatti, ricostruendo i diversi episodi che li vedono accusati, a vario titolo, di violazione di segreto d’ufficio, abuso d’ufficio, falso e truffa.

tribunale-messina_0_2Si sono difesi, accusa dopo accusa, ed hanno risposto a tutte le domande del Gip i quattro finanzieri che, da venerdì mattina, si trovano ai domiciliari per l’inchiesta sugli “anomali controlli fiscali”. Il maresciallo Domenico Inferrera ed i tre Sovrintendenti della Guardia di Finanza Massimo Giuffrè, Giuseppe Rondinone e Gaetano Calafiore, questo pomeriggio, hanno fornito al Gip Maria Teresa Arena la loro versione dei fatti, ricostruendo i diversi episodi che li vedono accusati, a vario titolo, diviolazione di segreto d’ufficio, abuso d’ufficio, falso e truffa.

Un’indagine, quella coordinata dal Procuratore Aggiunto Sebastiano Ardita e dal Sostituto della DDA Fabrizio Monaco, che ha riguardato, nello specifico, le attività di controllo svolte dai militari negli ultimi due anni. Difesi dagli avvocati Nunzio Rosso e Vincenzo Grosso, i finanzieri hanno quindi respinto ……………. Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 × = settanta due