Nel fine settimana appena trascorso i Carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro hanno dato vita ad un articolato dispositivo rinforzato di controllo del territorio nei Comuni di Mesoraca e Cotronei , con decine di militari in uniforme ed in abiti civili che hanno controllato in maniera serrata luoghi di ritrovo di adolescenti, locali, effettuato verifiche a molti soggetti sottoposti a misure detentive domiciliari e messo in atto numerose ispezioni e controlli alla circolazione stradale anche nei luoghi di svago domenicali come ad esempio presso il Villaggio Palumbo a Trepidò.

A Mesoraca è stato arrestato R. D., classe ’70 pregiudicato noto alle Forze dell’Ordine per resistenza e violenza a pubblico ufficiale: una chiamata giunta al 112 lamentava di un violento litigio all’interno dell’abitazione dentro la quale l’uomo vive con l’anziana madre, la quale già in passato aveva richiesto l’aiuto dei Carabinieri per i maltrattamenti subito dal figlio. Appena giunti sul posto i militari della locale Stazione cercavano di riportare un minimo di calma ma l’uomo, probabilmente in stato di forte alterazione alcolica, inopinatamente si scagliava contro due militari cercando di colpirli con pugni e calci; immediatamente immobilizzato, veniva trovato a seguito di perquisizione personale in possesso anche di un coltello a serramanico per la qual cosa veniva deferito per porto abusivo di armi da taglio. Per lui sono scattate le manette, in attesa del giudizio direttissimo.

Nello stesso Comune i militari della Stazione hanno provveduto a dare esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di D.S. classe ’63 , il quale dovrà scontare 5 mesi presso il proprio domicilio per un furto aggravato commesso l’anno scorso.

Sempre a Mesoraca è stato denunciato un altro ragazzo di 22 anni ( il quarto nel giro di sei giorni), poiché a seguito di una perquisizione veicolare è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico.

Ancora a Mesoraca è stato denunciato P.M. cl.’66, noto pregiudicato del luogo poiché è stato sorpreso dai militari alla guida di un’autovettura nonostante la patente gli fosse stata revocata definitivamente da tempo.

Altro luogo in cui sono scattati controlli serrati dei militari è stato Cotronei con il relativo comprensorio del Villaggio Palumbo : qui i Militari della Stazione, unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare agli arresti domiciliari per C.D., condannato in materia di armi.

Decine le macchine controllate parimenti ai luoghi frequentati da giovanissimi a Cotronei : ben 4 ragazzi, tutti dai 18 ai 23 anni, sono stati segnalati alla Prefettura di Crotone poiché trovati, a seguito di perquisizione personale e veicolare, in possesso di modiche quantità di marjiuana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


cinque + 6 =