unime maregrossoIncredibile rinvenimento dei Rangers sul cavalcavia: decine di scatoloni contenenti materiale proveniente dall’Università di Messina. C’era davvero di tutto nel cassone trovato ieri a Maregrosso: documenti di ogni genere, timbri, fotocopie, carte intestate, ricevute di bonifici. Decine di scatoloni zeppi di cartelle che sembrano provenire da qualche segretria di studenti, e che contengono diverso marteriale riportante dati riservati, che qualcuno ha abbandonato senza alcun rispetto per l’ambiente né per per la privacy degli studenti. L’incredibile scoperta l’ha fatta ieri una pattuglia dei Ranger Italia della sezione di Messina, comandata da Alessandro Aimola, che ha immediatamente chiesto l’intervento della Polizia Ambientale dei Vigili Urbani. Gli agenti del comandante Bruzzano sono itervenuti sul posto ed ora sono a lavoro per individuare i responsabili dell’illecito smaltimento del materiale proveniente dall’ateneo.

normanno.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


quattro × 2 =