Nel pomeriggio di sabato 16, i militari della Stazione Carabinieri di Maida hanno tratto in arresto M. P., un operaio incensurato, 47 anni,  di Curinga, l’arresto è scaturito dopo una lunga serie di appostamenti relativi alle indagini per i continui furti ad un noto ingrosso di materiali per agricoltura. I responsabili dell’attività commerciale hanno denunciato in diverse occasioni ammanchi di materiale, specialmente motoseghe per un valore di diverse migliaia di euro, eppure ogni mattina il cancello e le porte dei magazzini erano sempre integri. Di qui il sospetto di un dipendente “infedele” che presumibilmente asportava materiale di cui aveva la disponibilità.

 Le indagini son scattate immediatamente e si sono protratte per alcune settimane, sino a sabato quando i militari hanno sorpreso  M.P. alla guida della vettura con all’interno occultate sotto una coperta numerosi articoli e ricambi proprio per motoseghe. Non potendone giustificare il possesso,  è stato tratto in arresto per furto aggravato. Nella mattinata odierna il Giudice del Tribunale di Lamezia Terme ha convalidato l’arresto rinviando il giudizio nel settembre prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


8 − otto =