DSC_2263Numerosi presenti e tante le scuole rappresentate. Si è conclusa con una grande festa al Palazzo della Cultura di Locri l’edizione 2014 del Concorso “Zalex – Arte&Regole”, manifestazione ideata dal movimento creativo “EnergiECondivisE” e rivolta agli alunni delle Scuole Secondarie di Primo Grado di Reggio Calabria e Provincia.

Il tema di quest’anno è stato la tutela dei Parchi Archeologici che ha visto partecipare al concorso oltre 100 giovani.

Di fronte ad una platea gremita, sono stati tanti i bei momenti vissuti nelle due ore dello spettacolo condotto dalla giornalista Maria Teresa D’Agostino, in cui si sono alternate le premiazioni dei vincitori e dei menzionati con gli interventi di Anna Sofia, Assessore alla P.I. e alla Cultura del Comune di Locri, della dottoressa Rossella Agostino, archeologa e direttrice del Museo di Locri, del dottor Massimo Pangallo, arbitro della Federazione Italiana Pallacanestro, nonché dall’attuale presidente di turno di “EnergiECondivise”. La serata ha visto anche degli intermezzi musicali con l’esibizione della soprano Annalisa Cappelleri e del coro e dell’orchestra della Scuola Secondaria di Primo Grado di Mammola (Ist. Compr. di Marina di Gioiosa Jonica – Mammola) diretti dai professori Antonio Calipari, Loredana Anghelone e Carmelo Gramuglia.

La finalità del concorso, giunto alla quarta edizione, è quello di provare a stimolare la fantasia dei nostri giovani (con fumetti, video e racconti), anche attraverso l’invito ad orgogliosamente riappropriarsi delle radici millenarie di legalità del nostro territorio, presenti grazie ad uno dei primi legislatori del Mondo Occidentale, il magno-greco locrese Zaleuco. Radici che, nell’auspicio di “EnergiECondivisE”, possano rimettere in moto un circolo virtuoso che, partendo dalla scuola, aiuti a valorizzare e preservare al meglio, anche in chiave turistica, le nostre tradizioni, così come i nostri territori, con tutte le sue bellezze artistiche e naturalistiche, spesso sconosciute anche agli stessi calabresi.

Numerosi i ragazzi accorsi da tutta la provincia, accompagnati dai dirigenti scolastici o dai genitori.

Una festa generale, che ha raccolto consenti e applausi da tutta la platea, toccando il picco durante l’intervento del giovane studente Andrea Labate, che ha simbolicamente “dedicato” il suo riconoscimento ai giudici Falcone e Borsellino con un discorso improvvisato al momento e che ha toccato i cuori dei presenti.

Non sono mancate anche le novità, come l’idea avanzata da EnergiECondivisE alla direttrice del Museo di Locri per individuare insieme una possibile collaborazione nella raccolta fondi da destinare alla salvaguardia de Parco Archeologico di Locri Epizefiri.

Ma molta positiva sorpresa ha creato anche la proposta di “EnergiECondivisE” di offrire in licenza il suo marchio “ABC – Arance Biologiche Calabresi” alle aziende più’ meritevoli nel settore.

Così “EnergiECondivise” conferma il proprio impegno verso questo territorio, sviluppando iniziative a favore dello stesso, nella speranza di raccogliere nuove forze, soprattutto tra i giovani, che possano portare avanti gli ideali e i valori che il movimento creativo ha cercato di portare avanti in questi anni,anche in una prospettiva di sviluppo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


uno × 6 =