10511518_1712489048975490_6608609990805290636_oSi è tenuta nella giornata di mercoledì 15 ottobre presso il Palazzo della Cultura di Locri la cerimonia di inaugurazione dell’Anno Scolastico 2014/2015 voluta dall’Amministrazione Comunale di Locri come celebrazione ufficiale.

All’incontro – dibattito dal tema “La Scuola e le sue eccellenze: volano per lo sviluppo del territorio” hanno preso parte il Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, e l’Assessore alla P.I. e Cultura, Anna Sofia, che hanno fatto gli onori di casa. Successivamente è stata la volta del Vescovo di Locri – Gerace, mons. Francesco Oliva, che ha messo in risalto l’importanza della Scuola all’interno della società e del territorio, augurando a tutti i ragazzi un buon anno scolastico.

Molto appassionato e di peso l’intervento del Colonnello Giuseppe De Magistris, Comandante dei Carabinieri “Gruppo Locri”, che ha parlato di legalità e rispetto delle regole, interagendo con la platea ricca di giovanissimi studenti.

Inoltre sono stati molto interessanti anche gli interventi tecnici del dottor Carlo Colloca, sociologo e docente di sociologia presso l’Università di Catania, e della dottoressa Paola Bonsignore, psicopedagogista.

Ben 21 i ragazzi premiati dai propri Dirigenti scolastici (che hanno avuto anche l’opportunità di intervenire) e professori, che hanno individuato, su input dell’Amministrazione, le eccellenze dei proprio Istituti.

Infine c’è da registrare anche la presenza del Presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, che ha dato il proprio contributo illustrando quanto la Provincia sta facendo per le scuole del territorio, così come il prossimo avvio dei lavori per la costruzione a Locri delle strutture scolastiche di primissima importanza per questo territorio, come l’Alberghiero e l’Ipsia.

Così il Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, in merito alla manifestazione: «Abbiamo voluto celebrare questa giornata, in comune accordo con l’Assessore Sofia, per dare spessore e valenza, e quindi di conseguenza importanza, al lavoro svolto dai Dirigenti Scolastici e dai professori verso i nostri giovani e per questo territorio. Dare il giusto riconoscimento a chi, per un altro anno, darà il proprio contributo affinché si porti a termine un nuovo percorso scolastico, sicuramente tra difficoltà e sacrifici. Noi quest’oggi siamo qui per dire che come Ente locale ci siamo e siamo presenti. Siamo dalla parte della Scuola, una buona scuola, che funziona e che rende i nostri ragazzi preparati e quindi migliori.

Vorrei ringraziare tutte le numerose Autorità che quest’oggi sono intervenute, lasciando un segno tangibile grazie ai loro interventi.

Ringrazio il Presidente Raffa per la presenza e soprattutto per l’impegno messo nel concretizzare la realizzazione di queste due importanti nuove strutture scolastiche, che possono dare rilancio a questa Città, sia in termini di immagine ma soprattutto di nuovi posti di lavoro.

Un augurio a chi ha già iniziato questo nuovo anno scolastico affinché lo possa concludere al meglio e con grandi soddisfazioni.

Un in bocca al lupo a tutti i ragazzi che si sono distinti nel passato anno scolastico e che sono reale risorsa per questo territorio. Ora spetta a noi fare in modo di trattenerli facendo sì che possano sviluppare le proprie competenze qui dove sono nati.»

Queste invece le parole dell’Assessore alla P.I. e Cultura, Anna Rosa Sofia: «Sono felice dell’ottima riuscita della manifestazione, che, come Amministrazione, abbiamo voluto proporre per il secondo anno consecutivo. Anche grazie alla sinergia sviluppata con gli Istituti scolastici locresi, che hanno dato un contributo fattivo al buon esito finale, e che si è concretizzato nell’esibizione iniziale e conclusiva di un coro composto da ragazzi di tutte le età. Inoltre, proprio grazie ad alcuni incontri avuti con i Dirigenti Scolastici, ho avuto modo di verificare la presenza di numerose eccellenze, che vanno ovviamente riconosciute e premiate. Quindi è importante valorizzare la cultura del merito e la qualità dell’apprendimento, con la consapevolezza che lo sviluppo del territorio passa soprattutto attraverso la Scuola e l’Istruzione.

Allo stesso tempo l’istituzione scolastica non ha solo l’importante ruolo di preparare le future generazioni al mondo del lavoro, ma prima di tutto è educatrice, insieme alla famiglia, nel rispetto delle regole morali, etiche e civili che sono necessarie per la crescita dei nostri giovani. Deponiamo in essi la consapevolezza che saranno i principali protagonisti del rinnovamento e della promozione del nostro territorio.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sei × = 36