Messina – Ecco di seguito quanto riportato in una nota diffusa, in data odierna, dalla Federazione Partito dei Comunisti Italiani di Messina: <<3 milioni e 600 mila euro per 24 dirigenti comunali. Il Pdci: La città è offesa ed indignata, intervenga la Magistratura. Nel momento in cui Messina vive la drammatica crisi socio-economica, la disoccupazione aumenta, i dipendenti comunali rischiano di non prendere lo stipendio fino al mese di febbraio, compresi quelli delle società partecipate, i lavoratori dei servizi sociali assieme a quelli dell’Atm sono fortemente penalizzati dalla mancata corresponsione delle spettanze, la città che si prepara ad aprire, finalmente, la “Vertenza Messina” e il Comune è sull’orlo del dissesto finanziario, i Dirigenti Comunali sguazzano nei soldi.

E’ infatti notizia diffusa l’attribuzione di circa 3 milioni e 600 mila euro destinati, oltre il congruo stipendio, a 24 Dirigenti del Comune di Messina a vario titolo e ruolo, come pubblicato dal giornale on-line messina.sicilians.it.

Dall’articolo emergerebbe che gli stessi non abbiano adottato le forme e le procedure di legge in merito alle valutazioni degli obiettivi raggiunti, essendo questa competenza esclusiva del Nucleo di Valutazione di cui parrebbe non tenersi conto nell’atto Amministrativo di riconoscimento degli emolumenti, o riguardo alla previsione di cui all’articolo 26 c.3: dove vengono attribuiti € 791.566,18, per l’attivazione di nuovi servizi o processi riorganizzativi finalizzati all’accrescimento dei livelli qualitativi e quantitativi dei servizi esistenti, ai quali e collegato un ampliamento delle competenze con incremento del grado di responsabilità e di capacità gestionale della dirigenza ovvero un incremento stabile delle relative dotazioni organiche, da assegnare a discrezione dell’amministrazione, Giunta o commissario straordinario senza che di tale assegnazione vi sia nota, riferimento o traccia.

Il Partito dei Comunisti Italiani trova tutto ciò scandaloso e, sicuro di interpretare lo stato d’animo dei messinesi tutti, sentendosi offeso e indignato dai fatti, chiede alle autorità competenti di fare piena luce sulla questione ai fini dell’accertamento delle eventuali responsabilità penali in cui si ritenga possano essere incorsi i singoli Dirigenti beneficiari degli emolumenti economici attribuitisi.>>

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sette + = 16