carabinieri24Un normale sabato sera di controlli per i militari della Stazione Carabinieri di Limbadi. Durante il pattugliamento del territorio però, il Maresciallo ed l’Appuntato intravedono nella notte una macchina con a bordo due soggetti noti. Senza destare sospetto li seguono in una strada di campagna e colto il momento propizio ovvero di minore attenzione dei due, prima li bloccano e poi li sottopongono a perquisizione: Osfor Hicham, nato a Vibo Valentia classe 1992 e Varone Santo Vincenzo, nato a Torino nel 1990,  entrambi di Limbadi e noti alle Forze di Polizia vengono trovati in possesso di una pistola con matricola abrasa e 13 colpi calibro 7,65.

Accompagnati presso gli uffici della Stazione Carabinieri ed esperite le formalità di rito sono stati arrestati con l’accusa di detenzione illegale di arma e munizioni comuni da sparo, reato previsto e punito dall’articolo nr. 23 della Legge nr. 110 del 1975.

Successivamente il Varone è stato associato presso la Casa Circondariale di Vibo Valentia mentre l’Osfor è stato tradotto presso la propria residenza in regime di arresti domiciliari.

Ulteriori accertamenti del RIS dei Carabinieri di Messina saranno svolti sull’arma e sulle munizioni sequestrate al fine di verificarne la provenienza nonché l’eventuale uso in altri fatti delittuosi del territorio nazionale.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 7 = uno