mantenimento-direttoNota diffusa dall’Associazione Mantenimento Diretto – Movimento per l’Uguaglianza Genitoriale: <<Ci saremo, con tante altre Associazioni bigenitoriali, per sostenere a gran voce la riforma dell’affido condiviso, che risulta necessaria e indifferibile per normare finalmente la giustizia separativa in modo equo e certo, nel vero interesse preminente dei minori, che non può non essere la frequentazione paritetica di entrambe le figure genitoriali. Ciò che è testimoniato dalla ricerca scientifica, affinché sia perseguita in concreto la salute psicoaffettiva, e financo fisica, cognitiva e relazionale dei nostri fanciulli, caduti senza colpa in una situazione separativa. Ci saremo, per chiedere la piena equiparazione giuridica e morale delle figure genitoriali (principio di uguaglianza genitoriale), già sancita da norme costituzionali, da sentenze dalla Corte di giustizia UE e dalla legge vigente, per contrastare con la riforma l’illegittima prassi giudiziaria che ancora oggi spesso distingue tra “genitore collocatario” e “genitore visitatore”, segnatamente il padre, superando la disapplicazione sin qui perpetrata della riforma del 2006. Ci saremo, infine, per stimolare il Governo a una pronta e fedele attuazione dello specifico punto programmatico sulla riforma del diritto di famiglia, posto nel “contratto di governo”. In particolare, chiederemo quanto sopra al vicepremier Matteo Salvini, firmatario – insieme a Luigi Di Maio – di detto contatto stipulato erga omnes con i cittadini, che rappresenta un impegno morale cogente, oltre che un ben preciso indirizzo politico da realizzare nell’ambito della presente legislatura. Chiederemo un impegno netto e deciso in tal senso, come Associazione apartitica, ma interessatissima a queste tematiche sociali e politiche, che rivestono natura etica, per il bene della Società e dei nostri fanciulli.>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


quattro × 7 =