mondello Nella XIV Assemblea Congressuale Nazionale dell’Associazione Italiana dei Comuni, delle Province, delle Regioni e delle altre comunità locali, che si è svolta a Roma, il vice sindaco di Messina e assessore al patrimonio e decentramento, Francesco Mondello, è stato riconfermato membro del Consiglio Nazionale dell’AICCRE. L’Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa è l’organismo dei soggetti istituzionali territoriali costituenti il sistema dei poteri regionali e locali (Comuni, Province, Città metropolitane e Regioni) e degli altri Enti territoriali in cui il sistema si organizza (Municipi, Circoscrizioni di decentramento comunale, Comunità montane, Comunità isolane, Unioni di Comuni), attraverso la quale si opera in modo unitario per la costruzione di una Unione Europea su basi federali, fondata sul riconoscimento, il rafforzamento e la valorizzazione delle autonomie regionali e locali. Uno dei tanti argomenti discussi durante l’Assemblea dell’AICCRE è stato il nuovo strumento di cooperazione territoriale: il GETC (Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale); di fatto per Regioni e Comuni si tratta di uno strumento valido di attuazione della democrazia locale, anche perché affida agli Enti territoriali l’iniziativa dello sviluppo locale mettendoli in relazione, paritaria, con le autorità nazionali competenti: si può creare un GETC tra autorità locali o nazionali, organismi di diritto pubblico e associazioni, stipulando una convenzione e adottando uno statuto regionale. Attraverso i GETC si potranno proporre progetti da finanziare nel quadro dei fondi a gestione diretta o da inserire nei diversi programmi di cooperazione. Rilevante l’attività l’attività svolta dal vice sindaco Mondello nel Consiglio Nazionale uscente, nel rappresentare la comunità messinese e siciliana, nell’ambito delle tematiche connesse all’Unione Europea e alle necessarie iniziative “per creare più stretti legami con l’Europa – ha detto Mondello – spesso vista dai cittadini come una fredda istituzione burocratica lontana dai bisogni e dai valori dei popoli europei”. L’AICCRE assume e promuove iniziative per lo sviluppo della cultura europea e per la costruzione della democrazia istituzionale e dell’unità politica dell’Europa in forma federale, sulla base dei principi di sussidiarietà e di interdipendenza; per la pace, la collaborazione e la fraternità tra i popoli, anche al fine di relazioni armoniose tra le nazioni, le etnie e le religioni; per la realizzazione delle pari opportunità tra le persone, con particolare riferimento ai rapporti fra uomini e donne; per il perseguimento della coesione economica, sociale e territoriale nella Unione Europea, all’interno di ciascun Paese e tra Paesi membri e con i Paesi prossimi all’Unione; per colmare il divario tra Nord e Sud del mondo.

cittadimessina.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


nove × 8 =