Nell’arco della scorsa notte i Carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme ed in particolare i militari della Stazione di Sambiase congiuntamente ai militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo, hanno sequestrato circa 9 quintali di fuochi d’artificio, tutti detenuti illegalmente. L’attività è emersa a seguito di un servizio “ad hoc” messo in atto dalla Comando Compagnia, che nel corso delle ultime settimane ed in prossimità del Capodanno, ha visto l’impegno di tutti i suoi Reparti con diversi controlli e perquisizioni. Lo scopo, quello di assicurare una festività sicura, prevenendo i rituali bollettini di guerra che si registrano nelle primissime ore successive alla fine dell’anno. Nella circostanza specifica, i militari dell’Arma si sono portati presso l’abitazione di un 52enne, ove durante la perquisizione è stata rinvenuta una notevole mole di artifizi pirotecnici della IV e V categoria, diversificati nelle tipologie e tutti detenuti illegalmente poiché sprovvisti delle opportune autorizzazioni.

Tutto il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro ed immediatamente distrutto secondo le direttive dell’Autorità Giudiziaria debitamente notiziata dell’accaduto. Occorre precisare come tale operazione, abbia permesso di evitare pericolosi sviluppi, tenuto conto che detto materiale esplodente si trovava in un garage adibito a deposito all’interno di una palazzina ove insistono diverse famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sei × = 6