papa-benedetto-xvi-appello-climaProcedono intensi i preparativi per la visita di Sua Santità Papa Benedetto XVI del prossimo 9 ottobre a Lamezia Terme, per quello che, per la Calabria, si preannuncia come uno storico appuntamento dai significati non soltanto religiosi. Dopo il parere favorevole del Vescovo della Diocesi, Monsignor Luigi Cantafora, è partita anche la progettazione e la preparazione di un evento per i giovani che, nelle intenzioni, dovrà seguire la Santa Messa delle ore 10.00 e l’Angelus delle ore 12.00. L’immensa distesa di contrada Rotoli, in base alle prime indiscrezioni, dovrebbe ospitare due palcoscenici: il primo per la parte strettamente liturgica, l’altro per l’evento pomeridiano con artisti italiani e internazionali. L’intera domenica si trasformerebbe in un vero happening per i giovani di tutto il Sud dedicato ai temi della pace, della solidarietà, della tolleranza, della legalità, della carità, con momenti di vario genere, da quelli strettamente religiosi a quelli artistici. A tal scopo si è riunito un gruppo di lavoro promosso dal vicesindaco di Lamezia Terme Francesco Cicione, con i sacerdoti Giancarlo Leone e Fabio Stanizzo e il promoter Ruggero Pegna che, nei giorni scorsi, ha ufficializzato la richiesta di sostegno al progetto “Calabria per Pace e per la Vita – I Giovani incontrano Papa Benedetto VXI”, con una lettera inviata al presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti e all’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri. “Tale evento – è scritto nella lettera – oltre ad assumere un significato storico, può rivestire connotati di pacifica e festosa aggregazione per i giovani di tutta la Calabria, nonché di forte rilevanza sociale e culturale. Inoltre, attraverso tale iniziativa, si può contribuire a trasmettere una forte immagine positiva della regione, con evidenti connotati di promozione turistica e culturale e il sicuro contributo all’incremento di flussi turistici e religiosi nelle varie località di culto della regione. Calabria per la Pace e la Vita, i Giovani incontrano Papa Benedetto XVI – continua la lettera – che si dovrebbe svolgere nella stessa spianata che ospiterà la Santa Messa e l’Angelus di Sua Santità, vedrebbe la partecipazione di testimoni di fede e big dello spettacolo e della cultura, italiani e internazionali, trasformando tale giornata in una grandiosa opportunità di incontro per migliaia di giovani nel segno della pace, capace di veicolare, anche attraverso il sicuro interesse dei media di tutte le parti del mondo, un’immagine unica e nuova della Calabria.” Il vice sindaco Francesco Cicione non ha dubbi: “E’ un’occasione imperdibile e straordinaria per avviare concretamente la costruzione di una nuova Calabria, in cui a emergere debbano essere le sue molteplici positività, l’innata operosità della sua gente e la faccia pulita dei suoi giovani.” Dello stesso parere il promoter lametino Ruggero Pegna, esperto in grandi eventi che hanno visto la partecipazione di decine di migliaia di persone, a cominciare dai megashow al Porto di Gioia Tauro con la presenza dal vivo di oltre duecentomila presenze. “L’area prescelta dal Comune – dice Pegna, che ha effettuato un sopralluogo con Cicione – è ideale, con caratteristiche uniche al Sud per poter ospitare un evento di tale portata in condizioni di sicurezza, comfort e facilità di afflusso e deflusso, essendo posta all’uscita autostradale di Lamezia Terme, nel punto di confluenza di tutto il principale nodo della comunicazione regionale.”

Strill.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 − = due