Sulle bevande gassate ne abbiamo sentite di tutti i colori. Ci hanno spiegato che contengono le più diverse e strane sostanze chimiche, che hanno particolari effetti sulla nostra salute, ci hanno avvertito di benefici e rischi. Ma mai ci avevano detto che contengono perfino una dose di alcol.

UNA GOCCIA DI ALCOL – Ad affermarlo ora è uno studio pubblicato su una rivista francese. Secondo quanto riportato dalla stampa transalpina le bevande con le bollicine conterrebbero un tasso bassissimo di alcol, precisamente lo 0,001%, una quota irrisoria rispetto alle percentuali di birre e vini e assolutamente ininfluente per l’organismo umano. L’analisi è stata compiuta su 19 popolari bevande diffuse nel mondo. Già la Coca Cola, tempo fa, da un suo sito web ufficiale aveva ammesso la presenza minima di alcol. Michel Pipino, direttore scientifico di Coca Cola in Francia ha spiegato come il minimo tasso presente nella bevanda gassata più nota al mondo sia strettamente legata al processo della ricetta segreta.

NIENTE SBRONZA – Il tasso di alcol presente delle bevande con le bollicine non può in alcun modo provocare una sbronza. Per raggiungere un tasso alcolemico allarmante si dovrebbe ingerire una quantità di Coca Cola impossibile da digerire. Anche le organizzazioni religiose che vietano ai propri aderenti di assumere alcol considerano irrisoria la quantità contenuta nella bevanda.