Giulia tra le breccia di Papa Francesco 1287846073_nPer l’associazione unalottaxlavita sta per concludersi un 2013 che sicuramente ha scritto pagine importanti e che probabilmente resteranno impresse nelle memorie di tanti, non ultimo ma sicuramente il piu’ coinvolgente ed il piu’ preservante sotto il profilo emotivo quello che e’ andato in scena il 13 Novembre presso la Santa Sede con Papa Francesco. Un 2014 all’insegna di grandi successi e di strepitosi risultati e’ quello che si intravede all’orizzonte dell’associazione unalottaxlavita italia onlus. Successi e risultati finalizzati ad un solo obbiettivo, migliorare le qualita’ della vita della piccola Giulia. E’ di queste ore infatti la notizia che l’associazione nazionale unalottaxlavita presieduta da Gabriele Montera, papa’ della piccola Giulia, ha deliberato una variante statutaria che gli consentira’ di occuparsi anche di Spettacolo, Sfilate di Moda ed Elezioni di Miss, Animazione per locali e villaggi turistici, Campagne pubblicitarie promozionali, corsi di formazione e Grandi eventi.

Una vera e propria organizzazione sociale made in Italy. Sara’ infatti proprio l’associazione unalottaxlavita che da gennaio 2014 avra’ al suo interno un cast artistico di grande rilevanza fatto di autorevoli nomi noti al grande schermo ed al grande pubblico, grandi artisti e scuole di ballo delle singole realta’ locali d’eccellenza. Grandi cantanti, maestosi gruppi, re e regine della comicita’ italiana, formidabili ballerini ed eccentrici personaggi del teatro italiano, jolly ed icone del cinema italiano saranno infatti partner di questa grande avventura targata unalottaxlavita. Per tramite dell’associazione unalottaxlavita infatti taluni personaggi allieteranno concerti di piazza, riempiranno teatri e sale da ballo ed accompagneranno con la loro voce, con la loro comicita’ e con la sensualita’ del ballo cene e banchetti vari. Il ricavato servira’ sempre e soltanto per progetti di solidarieta’ e per garantire alla piccola Giulia, visto le condizioni economiche sempre meno rosee della famiglia, i suoi continui viaggi tra Roma, Lecco, Genova, Bologna e perche’ no in primis sempre con lo sguardo rivolto al Canada od all’America per il trapianto di cellule staminali, ma anche un contenitore sicuro per quei tanti bambini affetti da patologie come Giulia e di quelle tante famiglie disagiate Calabresi e non. Papa’ Gabriele, presidente dell’associazione unalottaxlavita non e’ infatti nuovo ad un simile impegno, e’ stato da sempre attivista impegnato nel mondo dello spettacolo e dell’animazione, e’ infatti cresciuto sin da piccolo sotto l’egida di grandi nomi dell’imprenditoria artistica nazionale.

francesca alottaCon tale ampliamento statutario l’associazione unalottaxlavita si propone anche come vera e propria realta’ cassa di risonanza fucina per nuovi talenti cinematografici. Una sorta di ufficio di collocamento per il cinema rivolto a grandi produzioni nazionali e non, avente come scopo finale non il protagonismo di parte ma il servizio per una nuova solidarieta’. Un ritorno, quindi, sotto i migliori auspici. Madrina di questa nuova avventura di unalottaxlavita sara’ la cantante Francesca Alotta, vincitrice del festival di Sanremo e persona da sempre impegnata nel sociale, presto in Calabria, a Corigliano Calabro per tenere a battesimo questa nuova avventura solidale. Sara’ a breve attivo il sito dell’associazione www.unalottaxlavita.eu, associazione nazionale presente con propri referenti in tutta Italia, realizzato e curato da un patner storico dell’associazione, la Publiworld di Renato Di Pietro con sede a Reggio Calabria. Insieme a chi soffre e per un futuro migliore e dalla parte dei bambini, questo lo slogan fatto proprio dall’associazione unalottaxlavita che lo ricordiamo e’ anche produttrice del film, storia vera, di prossimo ciak “Giulia e le ali rubate”. Queste le dichiarazioni di Gabriele Montera: “ non saremo certo un’agenzia di spettacolo od un’agenzia cinematografica, ma saremo il punto di incontro tra chi cerca artisti e chi si auto candida a rappresentare il futuro, favoriremo la presenza di artisti nei singoli eventi o manifestazioni organizzate e forniremo alle grandi produzioni cinematografiche la materia prima di attori ed attrici per comparse o piccoli e grandi ruoli tenendo sempre presente la nostra finalita’ che e’ quella di utilizzare i nostri introiti derivanti da tali iniziative a favore di chi sfortunato necessita di aiuti concreti, vedi il caso Giulia, per i cosiddetti viaggi della speranza. Siamo pronti a rappresentare un nuovo modo di fare solidarieta’, un modo concreto di far incontrare chi nel mondo dello spettacolo e del cinema e’ ormai ben piazzato in termini di popolarita’ e chi purtroppo causa le sue condizioni di salute ha bisogno di aiuto. Come dire chi e’ piu’ fortunato e’ giusto che affianchi chi e’ più sfortunato.

Questo vale sia per gli artisti che per le produzioni cinematografiche, sia per le case discografiche che per gli enti preposti quali comuni, provincie, regioni, film commision, fondazioni e perche’ no anche per quello che comunemente chiamiamo Stato “. Con una mano sul cuore, dunque, e l’altra tesa verso chi soffre l’Associazione si prepara a volare spedita verso nuovi orizzonti di solidarieta’.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 − due =