1299602000L’uomo ha espletato i propri bisogni in una busta di plastica che poi ha lanciato sul marciapede. La scena è stata filmata dalle telecamere della Polizia Municipale. Per l’ambulante è scattata una maximulta Fare la pipì può costare davvero caro. Anche 490 euro se la fai in una basta di plastica e poi la lanci sul marciapiede. E’ quanto capitato ad un ambulante del mercato della Zir che anziché utilizzare i bagni chimici o cercare soluzioni più idonee ha preferito ricorrere a questo sistema non proprio ortodosso. L’uomo, un 26enne messinese, è stato però smascherato dagli uomini della sezione Decoro della Polizia Municipale che hanno filmato l’intera scena. Qualcuno, infatti, nei giorni scorsi aveva presentato una denuncia alla Polizia Municipale per segnalare la cattiva abitudine di alcuni ambulanti. Nelle immagini, realizzate con una telecamera nascosta, si vede l’ambulante spalancare lo sportello del suo furgone. Nonostante alcune donne gli passino accanto l’uomo si abbassa la cerniera del pantalone e, dopo aver aperto la busta di plastica, espleta i bisogni. Poi, con molta naturalezza annoda le estremità della busta e la lancia sul marciapiede. E’ a quel punto che intervengono gli agenti della Decoro che lo invitano a raccogliere il sacchetto con il suo contenuto e poi gli elevano un maxiverbale di 490 euro.

Tempostretto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− sette = 0