ucicinemaDal 3 dicembre Uci Cinemas inaugura la sala 3D con la proiezione di “A Christmas Carol” A partire da giovedì 3 dicembre, in occasione della programmazione del nuovo film fantasy di Robert Zemeckis, l’Uci Cinemas Messina inaugura la sua prima sala 3D con la proiezione di “A Christmas Carol”. Un film emozionante e ricco di significato, reso ancora più commovente dalla ricchezza di immagini e colori offerti dalla visione in 3D. Il film racconta la storia del vecchio e avaro Ebenezer Scrooge che ha dedicato la sua intera vita ad accumulare denaro e ricchezze sfruttando il prossimo e maltrattando i suoi lavoratori. Durante la notte di Natale riceve la visita di tre spiriti: il primo gli mostra come sono stati i suoi natali passati, il secondo com’è quello presente e il terzo come saranno i natali futuri. Un incontro unico per permettergli di riscattare la propria vita. Oltre a quella di Messina, giovedì 3 aprile, saranno dotate di tecnologia adatta alla proiezione digitale di ultima generazione altre cinque sale, portando così a 23 il numero di multisale Uci dotate di digitale: Bicocca (Milano, con la seconda sala), Marcon (VE), Mestre, Marconi (Roma) e Alessandria. Con queste nuove sei sale digitali Uci Cinemas completa la digitalizzazione del proprio circuito, a testimonianza di come questa tecnologia rappresenti un intrattenimento vincente e appassionante per il pubblico. UCI Italia è il più importante circuito cinematografico italiano. Con l’ultima apertura, UCI porta a 24 le strutture multiplex in gestione (256 schermi) distribuite su tutto il territorio nazionale, con una quota di mercato del 12% circa. Le previsioni a fine 2008 stimano un’affluenza totale di oltre 10 milioni di spettatori e un fatturato di quasi 100 milioni di euro. Il Gruppo Odeon & UCI Cinemas possiede in Europa circa 200 strutture, oltre 1.800 schermi e registra un¹affluenza di 80 milioni di spettatori all’anno. Odeon & UCI Cinemas è leader di mercato anche in Gran Bretagna e in Spagna, mentre in Germania rappresenta il terzo gruppo cinematografico; inoltre, continua ad aggiungere strutture in Austria e Portogallo.

Tempostretto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 1 = tre