manutenzione stradaleLa II circoscrizione chiede il completamento degli interventi di manutezione stradale a Contesse I problemi di viabilità non danno tregua ai cittadini che abitano nella zona sud della città Proseguono gli interventi di recupero del litorale di Contesse. Ieri, dopo oltre vent’anni di vergogna, è stato finalmente portata a termine la demolizione del fabbricato “Ex-Copas” che insisteva sul territorio della II circoscrizione. A seguire le operazioni l’assessore alle manutenzioni Pippo Isgrò e i rappresentanti della II circoscrizione che hanno colto con estrema soddisfazione un intervento che rappresenta un tassello in più nell’iter di recupero del versante sud della città avviato già lo scorso anno, e che ha permesso alla cittadinanza di tornare a fruire di un importantissimo spazio. Una sinergia che il consiglio spera possa essere utilizzata anche per risolvere i problemi di viabilità che insistono lungo gran parte della Via Marco Polo a Contesse per le pessime condizioni del manto stradale che mettono costantemente a repentaglio la pubblica incolumità dei conducenti dei veicoli e dei pedoni. “In particolare – sottolinea il Consiglio – nel giugno 2010, il Dipartimento Manutenzione Strade è intervenuto, mediante scarifica e bitumazione, a sistemare un primo tratto di Via Marco Polo compreso tra gli incroci delle vie Minissale e Stagno per circa 300 mt. di lunghezza. Appare incredibile che, trascorso ormai quasi un anno dal suddetto intervento e nonostante le rassicurazioni ricevute dall’Amministrazione Comunale, la Via Marco Polo, nel rimanente tratto che va dall’incrocio con la Via Stagno fino al ponte di Pistunina, versi in condizioni disastrose con il manto stradale completamente disconnesso in più punti e grandi buche che mettono in pericolo la pubblica incolumità”. Il consiglio richiede dunque di procedere al completamento dell’intervento di scarifica e bitumazione della carreggiata stradale in Via Marco Polo a Contesse, precisamente nel tratto compreso tra l’incrocio con la Via Stagno ed il ponte di Pistunina, in modo da eliminare i disagi ed i pericoli evidenziati e restituire il giusto decoro e la dovuta sicurezza all’intero contesto ed ai cittadini della zona.

Tempostretto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


uno × 8 =