fiaccolataIl corteo silenzioso “parallelo” a quello di Giampilieri E’ stato un modo semplice ma profondo per ricordare i morti dell’alluvione di un mese fa. Di certo non servirà a riportarli in vita nè colmerà il vuoto rimasto nei familiari delle vittime, ma la manifestazione a ricordo di quei morti ha dimostrato come in città sia tanta la voglia di stare vicini a chi soffre per quel tragico evento. E questi sentimenti hanno spinto centinaia di persone (600 le candele distribuite secondo gli organizzatori della fiaccolata) a percorrere in perfetto silenzio le strade del centro cittadino semplicemente per ricordare chi ha perso la vita accantonando, per qualche ora, le polemiche, le accuse, le critiche verso chi poteva fare qualcosa per evitare questa strage e non lo ha fatto. Semplici cittadini hanno organizzato questa fiaccolata, senza sigle, rivendicazioni ma solamente con un eloquente stricione con scritto “MAI PIU'”. Adesso si torna alla vita di ogni giorno, adesso i parenti vogliono giustizia e soprattutto vogliono tornare a poter vivere una vita tranquilla.

Tempostretto.it – Diego Indaimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sei + 8 =