foto Giampiero WebIsola ecologica S.S. 114 Pistunina. Interrogazione del Consigliere Giampiero Terranova Il Consigliere Giampiero Terranova indirizza al Presidente della 2^ Circoscrizione, di cui fa parte, un’interrogazione con risposta scritta sull’ isola ecologica della S.S. 114 Pistunina, precisando che detta struttura è ormai ultimata da circa sei mesi. Tale “ Isola “, sostiene Terranova, fa parte di una rete di strutture dislocate in vari punti della città di Messina nata da un progetto avviato già dalle precedenti amministrazioni comunali con lo scopo di avviare concretamente lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani con il sistema della raccolta differenziata e altre soluzioni atte a ridurre i costi di gestione e valorizzare le economie del riciclo degli stessi. Considerato che la struttura di cui sopra servirebbe la zona sud della città, la quale detiene il triste primato di discariche abusive e degrado, non ci si spiega per quale motivo non è stato eseguito il collaudo e la conseguente apertura del sito, il quale aiuterebbe a risolvere numerosi problemi legati ai rifiuti di tutta la zona. Proprio in questi giorni la città di Messina, come al solito, è relegata tra gli ultimi posti nella statistica nazionale per quanto concerne la raccolta differenziata con solo il “3,5 %” circa. Questo dato, oltre che preoccupare, ci dovrebbe far riflettere, soprattutto alla luce dei dati della precedente amministrazione Genovese quando si era raggiunto il “6 %” circa in materia di raccolta differenziata. E allora se ne deduce che questa amministrazione è poco attenta ai problemi della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani, e poco solerte nell’espletare un collaudo di una struttura realizzata e ultimata da mesi con i soldi dei contribuenti, per non parlare poi del ritiro di suppellettili vari dislocati lungo la S.P. 40 (meta preferita di operatori commerciali della zona e non ) dove fanno bella mostra : frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, televisori e quant’altro. Il Consigliere Giampiero Terranova conclude con la richiesta esplicita di un’immediata apertura dell’impianto. Inoltre chiede di poter conoscere le funzioni della stessa e verificare quale strategia intenda porre in essere l’Amministrazione Comunale al fine di sviluppare nella città di Messina una politica Ambientale che tenga conto dell’importanza del sistema di raccolta differenziata, al fine di ridurre i costi di gestione dei rifiuti e valorizzare le economie del riciclo degli stessi.

Tempostretto.it – Tito Lanciano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 9 = dieci