Immagine dal web

«Eppur si muove». Ci sono novità per la piscina di Isca, la struttura comunale che da qualche tempo presenta gli acciacchi tipici di un invecchiamento precoce – dei quali più volte la Gazzetta del Sud si è occupata – e per la quale il Comune di Isca ha presentato, tempo addietro, una richiesta di finanziamento alla Regione per circa 400mila euro. Ora, per quanto riguarda questo aspetto se ne saprà di più il prossimo 31 maggio, quando la Regione procederà all’approvazione del Piano di riparto dei fondi stanziati per lo Sport. Ma la novità che dovrebbe trovare una rapida applicazione e potrebbe dunque dare risposte certe e rapide alla Athlon (la società che gestisce la struttura natatoria) è legata all’intervento di manutenzione straordinaria sul tetto per il quale il Comune dovrebbe impegnare circa 25mila euro, sulla scorta di un progetto di somma urgenza redatto dall’Ufficio tecnico comunale guidato dall’ing. Maurizio Benvenuto. Si tratta di un lavoro (da realizzarsi intorno al mese di luglio) che riguarderà l’impermeabilizzazione della copertura, sì da evitare infiltrazioni e mantenere intatte le sorti di una struttura del valore di circa 4 milioni di euro. La somma prevista potrà diventare “operativa” una volta approvato il bilancio da parte dell’organo commissariale, che ha già predisposto lo strumento finanziario dell’ente. Con questo intervento si darà così anche una prima rapida risposta alle richieste della Athlon, che in passato ha avanzato diverse richieste, trovando nei commissari di Isca (Eugenio Pitaro – oggi promosso ad altro incarico – e Armando Brescia) grande attenzione, così come nell’ing. Benvenuto, che si è impegnato per garantire questo primo, consistente e concreto “sollievo”. Nel frattempo, la struttura continua la sua attività (sono in fase conclusiva i nuovi corsi Fin per assistente bagnanti) e alla luce di questi lavori potrà programmare al meglio il futuro, captando nuovamente le esigenze dei numerosi sportivi e amanti del nuoto.

Gazzetta del Sud del 25.05.2011 – Francesco Ranieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


tre − 1 =