(AGI) – Locri (Reggio Calabria), 10 apr. – Dimissioni di massa oppure prosecuzione del mandato? A questo interrogativo dovranno rispondere domani mattina alle 10,30 a Monasterace, dov’e’ stata convocata l’assemblea generale, i sindaci del comprensorio della locride che nei giorni scorsi hanno ventilato l’ipotesi di poter rimettere il mandato come segno di solidarieta’ nei confronti di Maria Carmela Lanzetta, il primo cittadino di Monasterace che ha lasciato la fascia tricolore dopo aver subito l’ennesima intimidazione. “La nostra risposta – ha dichiarato in una nota il presidente dell’assemblea dei sindaci della locride Ilario Ammendolia – sara’ quello di chiedere che ci siano da parte dello Stato non parate, ne’ incoraggiamenti generici, senza poi prendere nessun tipo di impegno. Se questa e’ la situazione allora bisogna essere pronti alle estreme conseguenze”. Stamattina il sindaco dimissionario ha ricevuto la visita di alcune parlamentari del Partito Democratico. Giovedi’ pomeriggio arrivera’ la Commissione parlamentare antimafia, per incontrare prima il sindaco Lanzetta e il presidente del consiglio comunale Cilione e successivamente, il nuovo Prefetto di Reggio Calabria, Vittorio Piscitelli, con i vertici provinciali dei carabinieri e della Dia. (AGI) RC2/Adv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


uno + = 6