Il Presidente della Repubblica, On. Sergio Mattarella, ha concesso a militari dell’Arma dei Carabinieri la Medaglia d’Oro Mauriziana. La benemerenza, istituita da Re Carlo Alberto nel 1839, riconosce i meriti di dieci lustri di carriera militare di Ufficiali e Sottufficiali delle Forze Armate e i meriti eccezionali conseguiti durante il periodo di comando e il perdurare degli anni di servizio. La decorazione è ispirata a San Maurizio, generale romano al comando della Legione “tebana” che, a seguito del rifiuto di intraprendere azioni punitive contro i cristiani, fu martirizzato dall’Imperatore Diocleziano. Il nome del comandante-santo venne inciso sulla lancia sacra di Vienna, portata con lui in battaglia, che avrebbe ferito il costato di Gesù sulla croce.

Solenne e sobria cerimonia a Catanzaro. Il Generale Pietro Salsano, Comandante della Legione Carabinieri Calabria, accompagnato dal Col. Francesco Iacono, Vice Comandante della Legione, dal Col. Andrea Mommo, Capo di Stato Maggiore della Legione, e dal Cap. Cosimo Sframeli, Presidente Ass. “Nastro Verde” Calabria (Decorati di Medaglia d’Oro Mauriziana), ha consegnato i diplomi della Medaglia d’Oro Mauriziana ai seguenti Ufficiali e Sottufficiali dell’Arma della Calabria, che si sono distinti per la lodevole e meritevole condotta durante il servizio d’istituto prestato a difesa della Legge e delle Istituzioni dello Stato per la gente, tra la gente, con la gente:

T. Col. Massimiliano Dovico, Capo Ufficio Logistico; T. Col. Massimo Giaramita, Capo Ufficio OAIO; Cap. Pierluigi Brunocilla, C.te Sez. Op. NORM Cp. Cosenza; Ten. Antonio La Chimia, C.te II Sez. Nucleo Inv. C.do Prov. Catanzaro; Lgt C.S. Enrico Morano, Sez. Op. Cp. Gioia Tauro; Lgt C.S. Vitaliano Mercurio, C.te Stazione Isca Marina; Lgt Vincenzo Furlano, C.te Nucleo Comando Cp. Serra San Bruno; Lgt Francesco Mazzone, Nucleo Inf. C.do Prov. Catanzaro; Mar. Pietro Lo IaconaCa. Sez. Amm.va C.do Prov. Cosenza; Brig. Ca. Q.S. Rosario Trimarchi, Sez. RMB Cp. Reggio Calabria; Brig. Ca. Q.S. Francesco Lanza, Sez. RMB Cp. Reggio Calabria; Lgt C.S. Giacomo Forte, in congedo; Lgt C.S. Adriano Lorelli, in congedo.

La preparazione e l’organizzazione dell’evento sono state curate del Lgt C.S. Saverio Ombres, Capo Sezione Avanzamento e Documentazione della Legione. Presenti gli Ufficiali e i Sottufficiali del Comando, nonché i delegati della “Rappresentanza militare” del COIR Interregionale di Messina e del COBAR Calabria e le Associazioni Combattentistiche e d’Arma: Decorati del “Nastro Verde”, ANC (Associazione Nazionale Carabinieri), ANFOR (Associazione Nazionale Forestali). Hanno preso parte al conferimento anche il Lgt C.S. Amerigo Della Valle, Vice Presidente dell’Ass. “Nastro Verde”, e il Lgt Sebastiano Germanà, Segretario dell’Associazione “Nastro Verde” Calabria, al cui sodalizio hanno aderito tanti insigniti.

Il Generale Salsano ha ricostruito le origini militari e religiose dell’onorificenza, sottolineando il riconosciuto merito degli insigniti. 

Riconoscersi e ritrovarsi nei preziosi valori spirituali dell’Arma dei Carabinieri. La memoria e gli onori a coloro che alla Patria hanno sacrificato e compiuto olocausto della propria giovinezza, infrangendo il sogno di una esistenza ancora tutta da vivere, senza nulla chiedere in cambio.

Nei ricordi riaffiora la solitudine che ha accompagnato le notti dei più coraggiosi e l’emozione che ha strozzato la gola dei più forti. Le radici profonde consentono il nuovo fiorire, alimentato e vivificato dalle certezze profetiche gelosamente custodite nelle tradizioni della nostra Istituzione.

Complimenti e congratulazioni ai decorati, che spirano un vento di freschezza nelle file dell’Arma dei Carabinieri per aver ricevuto l’ambita, preziosa e meritata onorificenza.  Ufficiale Cav. Capitano CC Cosimo Sframeli,  Presidente “Nastro Verde” Calabria