Dopo l’attivazione di ieri mattina dell’hub di Siderno e quella pomeridiana del P.V.T. (Punto Vaccinazione Territoriale-Ambito distretto jonico) di Bianco, il quadro strategico per la somministrazione dei vaccini elaborato tre settimane fa su imput del Commissario al Covid-19, il Gen.C.A. Paolo Figliuolo, è quasi completato. A dirigere il P.V.T. di Bianco sarà il Dottore Rocco Votano della Sz. Saub di Brancaleone che si avvarrà dell’opera professionale di un infermiere, due medici, personale vario che si alternerà nei turni e, saltuariamente, un amministrativo. Il supporto logistico sarà invece assicurato dai volontari della Protezione Civile Regionale e dai volontari della locale L.a.do.s. Le prenotazioni sulla piattaforma possono essere già effettuate -ha reso noto il dottor Votano- così si eviterà a tante persone, soprattutto fragili ed anziane, di sobbarcarsi viaggi svilenti in località distanti anche centinaia di chilometri dal luogo di residenza. Tra l’altro, già domani, inizieremo la vaccinazione con le prime 72 persone e contiamo, nel giro di qualche giorno, di poter raddoppiare il numero visto che a breve sarà aperta al vaccino anche la fascia d’età 60-69.  

La costituzione del Centro di Bianco è stata possibile grazie all’impegno del Sindaco, Aldo Canturi e della sua Giunta che già in tempi non sospetti avevano pensato di ristrutturare, a spese ovviamente del Comune, questa struttura che nel tempo è stata protagonista prima come centro COM, poi come punto di riferimento in occasione delle alluvioni verificatesi nel 2015 e nel 2016 e poi ancora degli sbarchi dei profughi, ora anche per questa maledetta pandemia mondiale che sta mettendo in ginocchio l’intera umanità.  

Presenti all’inaugurazione l’intera amministrazione comunale con i Consiglieri di maggioranza ed alcuni di minoranza, i Consiglieri locali della Regione Calabria Sainato e Crinò, i dirigenti ed i funzionari dell’Asp di Reggio Calabria e del Distretto di Siderno, i rappresentanti delle Forze dell’ordine, in particolare della Compagnia e della Stazione Carabinieri di Bianco, i volontari della protezione civile e della locale Lados che daranno una mano preziosissima in questo particolare e difficile momento che stiamo vivendo.

“Per l’amministrazione si è trattato dell’ennesimo impegno preso e dell’ulteriore obiettivo raggiunto –ha detto il Sindaco Canturi- poco prima di dare inizio alla cerimonia d’inaugurazione. Lo scopo di questo centro vaccinale è quello di prevenire la diffusione del virus contribuendo ad una campagna vaccinale che ora deve produrre una forte accelerazione per raggiungere prima possibile una immunizzazione diffusa, e di conseguenza tutelare la salute di ognuno di noi, ma ha anche lo scopo di “mettere in sicurezza” la rete dei nostri ospedali, garantire i ricoveri ordinari e le terapie intensive, riducendo il più possibile le limitazioni delle prestazioni non covid”

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Vice Sindaco e Consigliere Metropolitano, il Dottore Pasquale Ceratti: “Un plauso particolare oggi lo voglio fare come amministratore e come medico al Comune di Bianco, per la sinergia che è riuscita a creare con l’Asp di Reggio Calabria, diventando punto di riferimento per l’intera locride meridionale. Nel contempo, con la presenza sul territorio di questo centro vaccinale, si evita a tante persone fragili e impossibilitate a raggiungere località  distanti di avventurarsi in viaggi  estenuanti e faticosi. Per quanto riguarda i vaccini mi sento di poter rassicurare chi ancora è scettico sul vaccino AstraZenega, perchè lo reputo un ottimo vaccino d anche sicuro. In questo momento è molto importante riuscire a non sprecare neanche una dose, per questo consiglio vivamente ai cittadini oltre che di prenotarsi sulla piattaforma che è già attiva, anche di venire qui al centro e relazionarsi con il personale medico in servizio che potrà, se il caso lo richiede, approntare delle liste da utilizzare nel caso  rimangano la sera dosi di vaccino”

“E’ con grande soddisfazione che inauguriamo questo centro vaccinale -ha detto S.E. Monsignor Francesco Oliva, Vescovo di Locri-Gerace- è un altro centro che si aggiunge agli altri già esistenti nella locride e completa l’articolazione delle strutture adibite al contrasto della pandemia. L’augurio che mi sento di fare a tutti coloro che operano all’interno di questa bella struttura è che presto, in tempi brevi, possano provvedere alla vaccinazione di tutta la popolazione e portare così qualche momento di maggiore tranquillità”

Prima dei discorsi di rito il Sindaco Canturi ha accompagnato per una breve visita all’interno dei locali, S.E. il Vescovo di Locri-Gerace Monsignor Francesco Oliva e le altre autorità intervenute. Subito dopo, nell’area prospiciente il centro, ci sono stati i vari interventi ed a conclusione la benedizione impartita da S.E. il Vescovo Oliva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


cinque + = 11